Home Calcio Estero Bundesliga, altri calciatori positivi al Coronavirus

Bundesliga, altri calciatori positivi al Coronavirus

60
NEUSTADT, GERMANY - MARCH 23: A doctor prepares himself at a roadblock for his mission at the quarantined village of Neustadt am Rennsteig in Thuringia state on March 23, 2020 near Neustadt, Germany. Local authorities announced the measure last night following the confirmation of 11 cases of COVID-19, the disease resulting from infection with the coronavirus, in Neustadt and the surrounding Ilm region. Confirmed cases of COVID-19 have topped 24,000 across Germany, and so far Thuringia, with approximately 250 cases, has seen a relatively low number of infections. (Photo by Jens Schlueter/Getty Images)

Bundesliga, altri calciatori positivi al Coronavirus

Germania, campionati verso la ripresa ma i calciatori positivi non mancano. Il campionato tedesco spinge per tornare in campo, per fare questo tutti i calciatori ed i membri dello staffo sono stati sottoposti a tampone.

In Germania proseguono i test a tappeto tra le squadre dei primi due campionati professionistici ma solo nella prima tornata era stati riscontrati 10 casi. Dopo i tre al Colonia, stanno uscendo anche i nomi delle altre squadre. Un membro dello staff dell’Aue Erzgebirge, squadra di 2. Bundesliga, la seconda divisione tedesca, ha contratto il Covid-19. Lo ha annunciato lo stesso club.
Per questo motivo, come specificato dal club, calciatori, tecnici e collaboratori andranno subito in autoisolamento, ma solamente fino a giovedì.
Anche due membri del Borussia Moenchengladbach sarebbero risultati positivi al test del coronavirus: si tratterebbe di un calciatore e di un membro dello staff. Entrambi sono già in quarantena.
La notizia è stata riportata da Rheinische Post e sarebbe pesantissima visto che il campionato spinge per la ripresa.
Sabato era risultato positivo anche un calciatore della Dinamo Dresda, privo di sintomi e già finito in quarantena domestica. Il club di serie B tedesca ha effettuato martedì nuovi tamponi a tutto l’organico ma non sono state riscontrate altre positività.

La quarantena lampo funzionerà? Il modello tedesco è osservato da tutto il mondo

Dunque il modello tedesco scricchiola ma potrebbe essere l’unico attualmente disponibile per tornare in campo.
Una sorta di quarantena lampo, dunque, certamente di molto inferiore ai 14 giorni canonici. Il motivo di tale scelta non è stato chiarito dal club, ma probabilmente è dovuto al fatto che, in questi due giorni, ci sarà un nuovo giro di test per i calciatori.
Se non dovessero emergere altri casi, l’isolamento continuerà solamente per chi è risultato positivo e gli altri potranno allenarsi tranquillamente.