Home Calcio Italiano Milan, l’ex Braida: “Lautaro al Barca, se hanno bisogno torno”

Milan, l’ex Braida: “Lautaro al Barca, se hanno bisogno torno”

255
BOLOGNA, ITALY - NOVEMBER 02: Martinez Lautaro of FC Internazionale in actionduring the Serie A match between Bologna FC and FC Internazionale at Stadio Renato Dall'Ara on November 02, 2019 in Bologna, Italy. (Photo by Mario Carlini / Iguana Press/Getty Images)

Ultime Milan, l’ex Braida: “Lautaro al Barca, se hanno bisogno torno”

Ariedo Braida, ex ds di Milan e Barcellona, ha parlato nel corso di un’intervista concessa ad ‘Apericalcio’ su Telelombardia rilasciando importanti dichiarazioni e toccando vari temi.

“Donnarumma è arrivato al Milan che era ancora un ragazzino, è sempre stato un predestinato. Adesso sembra che sia in campo da una vita e ha solo 21 anni. Non voglio insegnare niente a nessuno ma il Milan in questo momento vuole tornare a vincere e deve farlo avendo in campo punti di riferimento, per me ad oggi il migliore è lui. Ha grandi qualità e il Milan non può permettersi di perderlo nonostante ci siano difficili fattori economici e finanziari”.

Braida ha parlato anche di Ibra

“Giusto tenere Ibra? Dico solo che Ibra è un campione e di campioni in giro per il mondo della sua portata non ce ne sono molti. Il resto immaginatevelo voi…”.

Braida su Lautaro al Barcellona

“Lautaro al Barcellona? Conoscendo l’ambiente lui ha il profilo adatto al Barça. Credo che sia seguito ed ambito dal club spagnolo. Aubameyang al suo posto? Fa tanti gol, ed è quello che deve fare l’attaccante. Lui lo fa da tanti anni ed è un giocatore importante. Non è semplice segnare sempre, i calciatori che sono in grado di farlo ora valgono tanto”.

Braida è stato anche accostato al Milan come dirigente

“Il mio futuro? Se qualcuno avesse bisogno sono qua, non sarà io a propormi. Devo guardare al futuro, non penso al passato. Penso di poter dare ancora qualcosa al mondo del calcio che resta la mia grande passione. Sse qualcuno avrà bisogno di me e del mio apporto farò sempre al meglio il mio lavoro. Futuro al Milan? Non posso dimenticare il mio passato ma loro faranno la loro strada, con Maldini e Boban sono in buone mani”.