Home Calcio Italiano Napoli, Koulibaly: “100 milioni rifiutati? De Laurentiis ha fatto male”

Napoli, Koulibaly: “100 milioni rifiutati? De Laurentiis ha fatto male”

179

Ultime Calcio Napoli, Koulibaly: “100 milioni rifiutati? De Laurentiis ha fatto male”

Notizie Calcio Napoli | Kalidou Koulibaly, difensore del Napoli, ha parlato nel corso di un’intervista concessa alla Gazzetta dello Sport:

Razzismo? «La discriminazione non riguarda solo il colore della pelle. A me fanno il verso della scimmia, a Mihajlovic – al quale dedico un pensiero personale – l’offesa riguarda le sue origini. Ed è grave, insopportabile. Ho provato, a volte, con Insigne, a tranquillizzarlo: dài, passa. E invece ho sbagliato: passerà se ci opporremo, se ci saranno interventi seri. Offendere Lorenzo, che è un patrimonio del calcio e non solo un nostro giocatore, che è uno dei talenti della Nazionale, significa voler offendere l’Italia stessa, avercela con il tuo vicino, con chi ti appartiene».

Autogol «Napoli ti regala il calcio ma anche nella quotidianità. Una delle giornate dure, quella dopo l’autorete con la Juventus, me l’ha addolcita la gente».

A proposito, si è ripreso? «Molto in fretta». 

Gol a Torino? «Ho sentito vibrare Napoli in ogni angolo del Mondo».

Sarri? «Mi mandò in panchina la sera in cui nacque Seni, dopo che avevo lasciato mia moglie in ospedale. Però il legame rimane: Benitez lo devi frequentare per accorgerti che può essere diverso da come lo immagini; Sarri no, lo percepisci subito».

100 milioni rifiutati? «E ha fatto male…Ora sarebbe più ricco….Ma ha deciso così perché mi vuole bene».

Forse perché ne vale 150…. «Questa è buona…Il mercato è strano, è fatto così.

Maradona? Il più grande di tutti che dice quelle cose di me? Vuol dire, allora, che sono sulla buona strada, anche se il percorso è lungo. E sapere che abbia la 26 è orgoglio».

Chi vincerà lo scudetto? «Il Napoli. E lo scriva. Noi ci crediamo, la sconfi tta di Torino non lascia tracce. E poi il campionato è appena cominciato».

Champions ed ex amici? «Pjanic è di un anno più grande, ma di Mané sono stato il capitano. Anche se lui non lo ammetterà mai».