Home Calcio Estero Leicester, Puel svela il gesto di Scmeichel dopo l’incidente

Leicester, Puel svela il gesto di Scmeichel dopo l’incidente

400

Tragedia Leicester, il  gesto di Scmeichel da eroe

Leicester, il tecnico Puel svela il gesto di Scmeichel dopo l’incidente. Non ci ha pensato su due volte Kasper Schmeichel. Il portiere aveva assistito allo schianto dell’elicottero del suo presidente Vichai Srivaddhanaprabha e altre 4 persone.

Il portiere e capitano delle Volpi si è reso protagonista di un gesto eroico. Il numero uno danese ha iniziato a correre verso il mezzo in fiamme. Il calciatore ha provato in tutti i modi a salvare le vittime, prima di essere fermato dagli agenti di polizia che hanno pensato alla sua incolumità. A confermare il tutto, è stato il tecnico del Leicester Claude Puel.

Kasper Schmeichel è stato tra i testimoni della tragedia di sabato sera. Il portiere ha da vicino allo schianto del veivolo  ed è stato immortalato in lacrime sul luogo della tragedia.

Come riportato da Sky Sport News, il portiere si è reso protagonista di un vero e proprio gesto eroico: si è lanciato nelle fiamme per salvare il suo Presidente.

Le parole di Puel

A confermare il tutto ci ha pensato Claude Puel, l’allenatore del Leicester che ha rotto il silenzio:

“Non entrerò in tutti i dettagli, ma Kasper ha vissuto e ha visto alcune cose terribili. Lui e gli altri giocatori sono straziati. Molta gente è stata messa a disposizione per aiutare i giocatori e il personale e penso che la reazione di tutti a questo evento sia diversa e dobbiamo capire che le persone possono avere una reazione diversa, ma abbiamo messo in atto tutto l’aiuto necessario per tutte le persone”.

Il manager ha poi parlato della necessità di fermare il campionato:

“Giocare a calcio non è stato proprio al centro dei nostri pensieri questa settimana ma in questo weekend e in tutte le partite a venire, giocheremo per onorare un uomo che ha fatto moltissimo per il club. Il risultato non è importante ma il nostro desiderio deve essere quello di dare tutto sul campo per onorare il nostro presidente. È la cosa più importante”.