Home Calcio Estero Camerun-Algeria, entrata da vero macellaio: l’arbitro lo grazia

Camerun-Algeria, entrata da vero macellaio: l’arbitro lo grazia

1028

Serie A in pausa, Nazionale pessima e crisi d’astinenza dal calcio di un certo livello. Abbiamo bisogno di stare incollati al televisore e vedere il meglio del peggio che questo sport possa offrirci. Tante nazionali in questi giorni si giocano l’accesso ai Mondiali di Russia del 2018. In giornate come queste si finisce a seguire partite come Camerun-Algeria. I padroni di casa hanno vinto per 2-0 grazie alle reti di N’Jie e Tchidjui. Un goal per tempo e pratica chiusa. La vecchia conoscenza del nostro calcio Belfodil non ha lasciato il segno, a differenza di uno sconosciuto Cadamuro.

Entrata da macellaio

Liassine Cadamuro ha lasciato il segno in questo Camerun-Algeria, per essere più precisi l’ha lasciato sulle gambe dell’attaccante camerunense dell’Olympique Marsiglia Clinton N’Jie. Un’entrata folle, a gambe unite in scivolata sull’avversario. Uno di quegli interventi alla Gattuso o alla Stam dei tempi d’oro, quando cattiveria e ignoranza si fondevano in un fallo. La cosa più incedibile è la successiva decisione dell’arbitro: ammonito il macellaio. Soltanto un cartellino giallo per un tackle che ha rischiato di fare davvero male all’avversario. Le qualificazioni al Mondiale del girone sudafricano continuano a dare spettacolo tra partite vendute dall’arbitro, goal/non goal sulla linea e quant’altro.