Home Calcio Italiano Nazionale, Mancini: “Balotelli? Spero di chiamarlo presto”

Nazionale, Mancini: “Balotelli? Spero di chiamarlo presto”

29
FLORENCE, ITALY - MAY 15: Head coach Italy Roberto Mancini poses for a photo prior to the press conference at Centro Tecnico Federale di Coverciano on May 15, 2018 in Florence, Italy. (Photo by Claudio Villa/Getty Images)

Nazionale, Mancini: “Balotelli? Spero di chiamarlo presto”

Roberto Mancini, tecnico della Nazionale Italiana, ha parlato in conferenza stampa prima delle due partite dell’Italia contro Bosnia e Armenia.

 

Sul VAR all’Europeo? Siamo la Nazione delle polemiche, il Var ha migliorato certe situazioni. Con tutte le regole che si stravolgono e si cambiano ogni anno… gli arbitri sono in difficoltà. Poi è nel nostro DNA la polemica del pospartita. Ci piace, anche fosse tutto perfetto troveremmo il modo per farla. Non sono preoccupato, credo abbia migliorato al maggior parte delle cose”.

Il ct ha parlato anche della mancata convocazione di Mario Balotelli.

Sulla non convocazione di Balotelli? A Mario voglio bene, penso che debba essere chiamato se lo merita”.

Le parole del ct sulla Nazionale e sui prossimi impegni:

Bosnia e Armenia? In Bosnia sarà un bel test, giocheremo in uno stadio piccolo e pieno di gente. A Palermo non stravolgerò la squadra, dato che non ci sarà occasione di vederci fino a marzo. Per questo motivo abbiamo chiamato alcuni ragazzi che volevamo visionare. Su Castrovilli, Orsolini e Cistana? A parte Orsolini, che ha già fatto un Europeo in under21, possiamo farci un’idea migliore rispetto a vederli solo la domenica. Li abbiamo seguiti molto in questi mesi. Orsolini ha qualità, Cistana è un profilo molto importante e molto giovane, la stessa cosa Castrovilli. Stanno facendo bene, guardiamo oltre l’Europeo”. 

L’Italia cerca un attaccante in vista dell’estate, per ora è corsa a due:

Belotti e Immobile possono giocare insieme? Attualmente il 4-3-3 è un modulo consolidato, sono due giocatori che si assomigliano, ma non è detto che non possano giocare insieme. Sull’episodio di Ronaldo ieri? Ho solo letto una cosa, non so se sia vera. I calciatori devono avere rispetto per allenatore e compagni di squadra, poi alle volte si può avere un comportamento non in linea. Può capitare, ora chiederà scusa e passerà”