Home Calciomercato Calciomercato Juventus: Pogba via da Manchester, la situazione

Calciomercato Juventus: Pogba via da Manchester, la situazione

3
MANCHESTER, ENGLAND - AUGUST 10: Paul Pogba of Manchester United reacts during the Premier League match between Manchester United and Leicester City at Old Trafford on August 10, 2018 in Manchester, United Kingdom. (Photo by Michael Regan/Getty Images)

Calciomercato Juventus: Pogba via da Manchester, la situazione

Calciomercato Juventus: Pogba andrà via. Nonostante il calciomercato in Inghilterra sia già chiuso, il Manchester United rischia ancora di perdere Paul Pogba.

Il francese vuole lasciare la Premier e resta nel mirino del Real Madrid. A confermare la volontà del centrocampista è Mathias Pogba, fratello di Paul, durante una lunga intervista rilasciata a ‘El Chiringuito”.

MANCHESTER, ENGLAND – AUGUST 10: Paul Pogba of Manchester United reacts during the Premier League match between Manchester United and Leicester City at Old Trafford on August 10, 2018 in Manchester, United Kingdom. (Photo by Michael Regan/Getty Images)

“L’interesse del Real Madrid? Sappiamo tutti che Paul voleva trasferirsi, sta aspettando. Lavora sodo e vedremo cosa succede. Fino al 2 settembre tutto può succedere. Paul non farà mai come Neymar, lui non è professionale. Mio fratello è un professionista, ha un contratto col club e finchè non firmerà per un altro club darà il massimo. Il suo sogno è vincere la Champions League”.

Mathias Pogba crede che il trasferimento di Paul al Real Madrid sia ancora possibile nonostante gli inglesi non abbiano preso un sostituto:

“Certo che Florentino può acquistarlo, niente è impossibile. A Zidane manca uno come mio fratello Paul, ha bisogno di un altro centrocampista. Se non gli daranno quello che vuole farà fatica. Paul non vale 200 milioni ma ora il mondo del calcio è così. Il Manchester United chiederà molto ma non credo chieda 200 milioni. Cosa manca? Il proprietario dello United non ha detto sì”.

Il fratello della stella francese ha poi confermato come l”ex Juventus e Josè Mourinho avessero rapporti difficilissimi:

“Se un allenatore non è dalla parte dei suoi giocatori, i suoi giocatori non devono stare dalla sua parte. Mourinho non era con la squadra e la squadra non era con lui. I migliori allenatori? Klopp, Guardiola e Zidane”.