Home Calcio Italiano Juventus-Atletico: le scelte di Allegri, c’è la difesa a 4

Juventus-Atletico: le scelte di Allegri, c’è la difesa a 4

40

Juventus-Atletico: le probabili formazioni di Gazzetta

Ultime Juventus: le probabili formazioni della Gazzetta dello Sport. Mossa a sorpresa per Allegri che schiererà un 4-3-3 ma con Spinazzola e Cancelo in difesa. Una formazione super-offensiva con due terzini alti.

In Europa solo una squadra lo ha eliminato, il Real Madrid di Ronaldo. Dal 2014 a oggi, infatti, Simeone è uscito nelle sfide a eliminazione diretta soltanto contro gli odiati cugini. Una lista da non crederci. Nel 2014: 1-4 in finale (ai supplementari). Nel 2015: ai quarti. Nel 2016: ancora in finale (ai rigori, 1-1 al 120’). Nel 2017: in semifinale. Niente «derby», l’anno scorso, perché l’Atletico s’era fatto eliminare nei gruppi: retrocesso in Europa League, è poi andato dritto in finale sollevando la Coppa. Quella della Juve sarebbe un’impresa vera.

Le armi della Juve? L’Atletico subisce la pressione psicologica di Ronaldo. Squadra compatta, che sviluppa un calcio irriducibile, di sacrificio collettivo e individuale estremo, ha sempre bisogno di rendere al massimo e di non sentire troppa responsabilità addosso. Soffre quando qualcuno allenta la tensione e la catena s’indebolisce in qualche anello. Il complesso d’inferiorità nella stracittadina, inoltre, è un «mostro» che le è cresciuto dentro: ma quest’anno l’eliminazione anticipata dei blancos contro l’Ajax, e la prospettiva di una finale al Wanda, stanno moltiplicando la carica.

Quale che sia il sistema di gioco scelto—433, 352, 442 — non c’è che una soluzione. Un’aggressione immediata, insistita, sfacciata, che faccia girare la testa all’Atletico e lo sorprenda senza rischiare il contropiede potrebbe essere la chiave.