Home Calcio Estero Arsenal: festino con Happy Crack, tre campioni nei guai

Arsenal: festino con Happy Crack, tre campioni nei guai

50

Arsenal: festino con Happy Crack, tre campioni nei guai

Arsenal, questa volta l’hanno combinata grossa: è tutto documentato. Un festino a base di alcool e gas esilarante e belle donne.

La serata è finita malssimo tanto da perdere i sensi. E’ accaduto ai giocatori dell’Arsenal che sono stati anche ripresi in un video delle telecamere interne di un locale.

Questo sta facendo il giro del mondo. Per questa ragione a Londra si è aperto un vero e proprio ‘caso’.

Questo non mancherà dall’avere forti conseguenze per i diretti interessati da parte della società.

Chi sono i calciatori coinvolti?

Nei guai sono finite le migliori stelle della squadra di Emery: Pierre-Emerick Aubameyang, Alexandre Lacazette, Mesut Özil. Ma anche il giovane francese appena 19enne  Matteo Guendouzi e Sead Kolasinac insieme a Henrikh Mkhitaryan e il tedesco Shkodran Mustafi. Il fatto è avvenuto a fine estate, quando la squadra londinese stentava in campo.

Quello che fa discutere è che il ‘festino’ dove si sono immersi i ‘professionisti’ di uno dei club più prestigiosi d’Inghilterra e conosciuti al mondo, è la presenza di mezza squadra. Questo, infatti, sta provocando anche un danno di immagine al club.

Lo scoop è stato reso noto dal ‘Sun’ che ha avuto il possesso delle immagini incriminate e le ha pubblicate.

Al Tape club nel West End di Londra, per una spesa complessiva tra le 25.000 e le 30.000 sterline, è andato in scena il party trasgressivo in piena regola, con vodka, champagne, bombolette e palloncini per inalare gas esilarante e le immancabili ragazze. Quante? 70.

Un party assurdo e pericoloso perché la combinazione tra alcool e ossido di azoto (gas usato per le anestesie). Questo può portare alla perdita di coscienza con problemi di coordinazione fino agli attacchi di cuore che possono anche causare la morte. Nelle immagini i giocatori dell’Arsenal ne subiscono gli effetti e cominciano a stare male e scivolare sui divanetti.