Home Calcio Italiano Cannavaro e l’ignoranza napoletana a Sassuolo: il buongiorno è neomelodico

Cannavaro e l’ignoranza napoletana a Sassuolo: il buongiorno è neomelodico

1096

La famiglia Cannavaro è una di quelle che ha dato di più in assoluto al calcio italiano. Altro che i Maldini, i difensori sono loro: Fabio è il capitano che ha fermato tutti e ci ha fatto godere alzando la Coppa nel 2006, Paolo è un difensore più fuori dal campo che dentro. A breve vi diremo perché.

I valori partenopei

Oggi però non siamo qui a celebrare Fabio, quello lo facciamo già ogni 9 luglio durante la nostra festa nazionale. Siamo qui raccolti per l’ignorante della famiglia: il super Paolo Cannavaro! Una vita con il Napoli, poi il trasferimento a Sassuolo. A Reggio Emilia però non ha dimenticato le sue origini partenopee, sarebbe stato impossibile avendo avuto a lungo come compagno di squadra Floro Flores… Il neroverde, dicevamo, difende fuori dal campo i valori della sua città. Un mito così però non poteva che esibire la sua napoletanità con le canzoni neomelodiche sparate a palla in macchina…

La reazione di Mitra Matri

Alessandro Matri, suo compagno di squadra e di automobile, non sembrava entusiasta della performance di Cannavaro. Certo, lui è abituato agli spettacoli privati di Federica Nargi, come dargli torto? La sua reazione è un “Buongiorno” a metà tra le risate e la rassegnazione, Paolino non sembrava troppo contento di essere ripreso. Forse voleva esordire direttamente a Sanremo, chissà…