Evra se la prende con il fantasista: “Non può esserlo lui”

L’ex terzino di Juventus e Manchester United non ha peli sulla lingua: se l’è presa con il connazionale.

Evra contro l'attaccante
Patrice Evra all’attacco contro un ex compagno – Ilcalcioignorante.com

A Patrice Evra piace tanto scherzare, ma a volte anche lui diventa serio e polemico contro certe situazioni. Negli ultimi anni è diventato un vero e proprio fenomeno social e ogniqualvolta compie qualcosa diventa immediatamente virale. Evra tuttavia nelle ultime ore è tornato alla ribalta parlando della sua nazionale, la Francia, soffermandosi su una iniziativa portata avanti dal commissario tecnico Didier Deschamps, poi non andata in porto. In pratica al centro della polemica, finita subito per fortuna dei tifosi transalpini, c’è stata la scelta del nuovo capitano francese, dato che alla fine di Qatar 2022 Hugo Lloris decise di dire addio ai colori Bleus. Ebbene, Deschamps ha deciso di concedere un tale onore, che in passato hanno avuto giocatori di altissimo livello, a Kylian Mbappè che è diventato di fatto uno dei più giovani capitani della storia della Francia. Il classe 98′ l’ha indossata per la prima volta nella partita tra Francia e Olanda finita terminata 4-0 per i padroni di casa.

Evra contro Griezmann sulla fascia di capitano

Evra contro Griezmann
Evra contro Griezmann – Ilcalcioignorante.com

Poche ore dopo la scelta di Deschamps di dare la fascia alla stella del Paris Saint Germain, l’ex terzino bianconero Evra è entrato a gamba tesa contro un l’ex compagno Antoine Griezmann, calciatore che a dirla tutta non è mai andato a genio ad Evra. Ed infatti, durante una intervista ai microfoni di RMC Sports, il francese ha espresso la sua opinione sulla decisione di Deschamps di concedere la fascia a Mbappè, ma non ha preso benissimo l’indiscrezione di darla a Griezmann: “Personalmente quando ero in nazionale Antoine non parlava mai, non è un leader, non è un unificatore, non fa un discorso prima o dopo la partita“, afferma polemicamente Evra rimarcando la sua poca stime nei confronti dell’attaccante dell’Atletico Madrid. Il terzino ha poi rincarato la dose affermando che Griezmann potrebbe essere il capitano della Francia solo perchè porta gioia all’interno delo spogliatoio, non di certo per le sue qualità di trascinatore in campo. Parole pesanti a cui Griezmann non ha disposto per non accendere un ulteriore e inutile polemica.

Impostazioni privacy