La Juventus è già nei casini, e nel 2023 c’è un altro grosso problema

La Juventus è sempre più nei guai per l’inchiesta sulle plusvalenze, ma non finisce qui: nel 2023 si fa avanti un altro grande problema

Sono tempi difficili per la Juventus, travolta dallo scandalo delle plusvalenze e dell’inchiesta sui bilanci. Stavolta si è mossa anche la FIGC, che vuole rifare il processo per le plusvalenze in base ai nuovi elementi contro il club bianconero raccolti in questi mesi.

juventus
La Juventus è già nei casini, e nel 2023 c’è un altro grosso problema (LaPresse)

Guai fino ai capelli per i bianconeri, che nel frattempo hanno perso l’intera dirigenza, visto che il cda si è dimesso in blocco. Ma non finisce qui, perché i guai giudiziari si intrecciano con quelli sportivi, e ovviamente resta tutto il lato tecnico da dover gestire. L’allenatore Max Allegri è rimasto al suo posto, c’è un nuovo ds, e poi poco altro. Ad esempio, uno di questi riguarda un esercito di giocatori in scadenza di contratto nel 2023. In sostanza sono al passo d’addio, e viene da chiedersi chi e come provvederà agli eventuali rinnovi, soprattutto considerando che i problemi economici del club bianconero sono notevoli. Sarà difficile sistemare questi contratti, anche perché non si conosce l’esatta disponibilità economica della società. E i tifosi sanno bene come i problemi legati ai rinnovi possono essere pesanti da gestire.

Juventus, quanti guai: tanti giocatori in scadenza nel 2023

La telenovela Dybala è un chiaro esempio. Una storia che potrebbe ripetersi con altri importanti calciatori: in scadenza nel 2023 ci sono Alex Sandro, Cuadrado, Rabiot, Di Maria e il terzo portiere Pinsoglio. Altri ancora sono in scadenza nel 2024, e per quanto li riguarda il problema sarà soltanto rimandato. Ovviamente la Juventus non può far altro che andare dritta verso un netto risparmio. Ma come? Di certo non rinnovando questi attuali contratti, che hanno ingaggi molto alti.

juventus esclusa champions league
juventus esclusa champions league

E per il 2024 un’altra piccola pattuglia potrebbe salutare: si tratta di Szczesny, Rugani, Danilo e Bonucci. Tre pilastri che non sarebbe conveniente perdere. Ma la Juventus, impicciata in gravi problemi economici e di processi in atto, oltre a rischiare delle sanzioni sportive può finire nei guai anche dal punto di vista tecnico, perdendo giocatori importanti. Chissà cosa ne penserà l’allenatore Massimiliano Allegri.

Impostazioni privacy