Home Calcio Italiano Lago sul terremoto Juventus: “Ripercussioni sulle coppe europee, sulla Superlega vi dico...

Lago sul terremoto Juventus: “Ripercussioni sulle coppe europee, sulla Superlega vi dico che…”

Ceferin
Aleksander Ceferin, presidente della UEFA (Ansa Foto)

Tiene sempre banco il caso Juventus, con tutte le conseguenze post dimissioni del cda e la prosecuzione dell’inchiesta Prisma. Si sta muovendo infatti ora anche la UEFA, con la quale la Vecchia Signora ha stabilito un settlement agreement per rientrare dal debito. Ai microfoni di calciomercato.it, su TvPlay, in onda su Twitch, Umberto Lago, ex presidente della camera investigativa della UEFA ha dato alcuni dettagli di cosa potrebbe succedere.

Ceferin
Aleksander Ceferin, presidente della UEFA (Ansa Foto)

Il caso Juventus è sicuramente ciò che più sta scaldando trasmissioni e giornali italiani in questi giorni. Sia per la gravità delle dimissioni di un intero cda che per le conseguenze di quanto accaduto, con il tutto da inquadrare ovviamente nell’inchiesta Prisma. La UEFA ora si sta muovendo per avere delucidazioni, sopratutto visto che c’è un settlement agreement stabilito insiemme alla Vecchia Signora per evitare conseguenze nelle coppe europee. Proprio di questo ha parlato l’ex presidente della camera investigativa della UEFA Umberto Lago a calciomercato.it su TvPlay, in onda su Twitch: “Non è che ci sia un mancato rispetto del settlement agreement, però la base dati fornita inizialmente, secondo i dati poi forniti dalla procura, sarebbe non valida. Quindi la UEFA dovrebbe annullarlo perché la Juventus avrebbe dichiarato dati falsi. Temo che l’esclusione dalla coppa in cui si qualificherà la Juventus sia plausibile”.

Ovviamente c’è da aspettare le sentenze, ma a livello europeo i problemi potrebbero essere molteplici: “A livello UEFA credo l’infrazione sia grave, ma non tanto per il mancato rispetto del settlement agreement, ma perché quest’ultimo si baserebbe di fatto su dati non veritieri. La regola, mi sembra, numero 100 del regolamento UEFA specifica che l’impegno contro l’aggiramento delle norme è massimo e in passato la norma è stata duramente applicata. La penalizzazione scatta per il primo anno in cui la Juventus si qualifica per una coppa, però bisogna dimostrare prima che la base dati fornita sia falsa. Quindi credo serva almeno una sentenza di primo grado o servirebbe un’ammissione di colpevolezza del club, qualcosa di certo. Col City la UEFA prese una cantonata, perché i dati presi in considerazione erano solo dati finiti in un’intercettazione e non corretti, quindi per il Manchester non ci furono conseguenze”. C’è quindi da attendere prima di poter capire del tutto cosa succederà per quanto concerne le coppe.

Umberto Lago sull'indagine UEFA
Umberto Lago ha parlato delle indagini sulla Juventus da parte della UEFA

Umberto Lago sulla Superlega

La Juventus è coinvolta anche nel discorso Superlega e le dimissioni di Agnelli, uno dei principali fautori del progetto, potrebbero cambiare gli scenari, o forse no, queste le parole in merito di Lago: “Per quanto riguarda la Superlega mi aspetto che la Corte di Giustizia Europea determini che non c’è esclusiva delle federazioni, però poi bisognerà vedere le decisioni delle società. Gli inglesi hanno già una superlega di fatto, bisognerà vedere cosa succederà alla Juventus, che è membro fondatore, e la sentenza della Corte. C’è sicuramente malessere da parte dei club, c’è stata una liberalizzazione con la sentenza Bosman che ha passato il potere contrattuale ai giocatori, ma non c’è poi stato nulla sui ricavi, se prendiamo la Juventus deve giocare con la Cremonese o l’Empoli, con tutto il rispetto, e magari per cinque anni non riesce a giocare con il Liverpool o il Real Madrid. Da questo punto di vista servirebbe un po’ ridiscutere alcune cose”. Dichiarazioni dunque che fanno capire come i problemi che hanno portato al terremoto iniziato da Vecchia Signora, Real Madrid e Barcellona siano tutt’altro che risolti. C’è tanto altro quindi oltre all’inchiesta Prisma, che riguarda l’economia del calcio a livello europeo, difficile che il tutto si fermi qui..