La rivincita di Spalletti e ADL dopo la contestazione di Dimaro

Sembrano ormai lontani i tempi in cui i tifosi azzurri contestavano il Napoli in quel di Dimaro per l’inconsistente mercato. Oggi probabilmente si saranno ricreduti visto il valore tecnico della squadra..

Napoli-Liverpool (LaPresse)

In poco più di tre mesi il clima che si respira a Napoli è drasticamente cambiato: da squadra potenzialmente da piazzamento Champions, è diventata un carro armato vincente. Merito del lavoro di Spalletti, della lungimiranza di De Laurentiis e delle capacità manageriali di Giuntoli. Questo mix ha generato un collettivo vincente che, fino alla vigilia della sfida con il Liverpool, poi terminata 2-0 a favore dei Reds, marciava imbattuto in Europa.

Insomma, ci sono tutti i presupposti per una grande stagione, magari contraddistinta da qualche trofeo. Chissà cosa staranno pensando tutti quei tifosi che durante il ritiro estivo di Dimaro erano inviperiti con Spalletti e Aurelio De Laurentiis.

Napoli, come sono lontani i tempi di Dimaro…

Il Napoli a Castel di Sangro (LaPresse)

L’estate azzurra è stata drammaticamente segnata da cessioni e addii eccellenti. Dall’addio del miglior marcatore della storia azzurra, Dries Mertens, alla cessione di Kalidou Koulibaly, senza dimenticare il passaggio di Fabiàn Ruiz al PSG. Il ritiro estivo inizia male: i tifosi vogliono risposte dalla società.

Tutti vogliono Paulo Dybala o in alternativa Gerard Deulofeu. La componente più passionale della tifoseria, quella che si considera più calda e, perchè no, un pò ignorante, non è mai mancata all’appuntamento giornaliero dedicato a contestare ADL. Kvaratskhelia e Kim Minjae erano ritenuti giocatori buoni, ma non all’altezza dei loro precedessori.

Poi inizia il campionato: Spalletti vince a Verona, contro il Monza, in Champions League alla prima con il Liverpool; e poi si conferma per oltre due mesi, riuscendo a portare a casa un ottavo di finale di Champions con venti reti fatte davanti a colossi come Liverpool e Ajax. Un successo clamoroso per una squadra che mai prima d’ora era riuscita a portare a casa un tale traguardo. Forse quei tifosi che contestavano ADL, fin troppo presi dalla rabbia dopo quelle cessioni illustri, oggi si saranno ricreduti!

Impostazioni privacy