Home La Vera Ignoranza Superlega: club puniti, clamorosa decisione

Superlega: club puniti, clamorosa decisione

5
Juventus's president Andrea Agnelli looks on during the Italian SuperCup TIM football match Juventus vs lazio on August 13, 2017 at the Olympic stadium in Rome. / AFP PHOTO / ALBERTO PIZZOLI (Photo credit should read ALBERTO PIZZOLI/AFP/Getty Images)

Superlega: club puniti, clamorosa decisione

“Vieni qui che non ti faccio nulla”. Chi di voi non ha mai ascoltato da bambino questa frase? E’ quello che è accaduto in Inghilterra dopo la Superlega. Nonostante le promesse delle UEFA e di Ceferin di fari rientrare il caso senza conseguenze, la Federazione inglese ha intenzione di punire i club “disertori”  (Liverpool, Chelsea, Manchester United, Manchester City, Arsenal e Tottenham). I club non sono ancora del tutto al sicuro. Ecco cosa si legge nel comunicato ufficiale:

“Da quando siamo venuti a conoscenza della Superlega europea, la nostra priorità e attenzione è stata quella di impedire che questa venga fondata, sia ora che in futuro. In tutto questo periodo abbiamo parlato con tutti, con il governo e con la UEGA. In particolare abbiamo discusso con il governo una legislazione che ci consenta di prevenire un altro accordo del genere “.

Inchiesta e punizione per le squadre?

“La scorsa settimana abbiamo avviato un’inchiesta ufficiale sulla formazione della Superlega europea e sui club per capire cosa sia successo. Abbiamo scritto a tutti i club per richiedere formalmente tutte le informazioni e le prove riguardanti la loro partecipazione. Una volta ottenute le informazioni richieste prenderemo una decisione.  Chiaramente quello che è successo era inaccettabile e avrebbe potuto causare gravi danni ai club di a tutti i livelli. Le squadre hanno anche rovinato la gara Manchester United e Liverpool, su cui la FA sta ora indagando“.

Juventus’s president Andrea Agnelli looks on during the Italian SuperCup TIM football match Juventus vs lazio on August 13, 2017 at the Olympic stadium in Rome. / AFP PHOTO / ALBERTO PIZZOLI (Photo credit should read ALBERTO PIZZOLI/AFP/Getty Images)