Home Calcio Italiano Inter, Hakimi falso positivo: ecco quanto rientra

Inter, Hakimi falso positivo: ecco quanto rientra

8
BENEVENTO, ITALY - SEPTEMBER 30: Achraf Hakimi of FC Internazionale celebrates after scoring the 1-4 goal during the Serie A match between Benevento Calcio and FC Internazionale at Stadio Ciro Vigorito on September 30, 2020 in Benevento, Italy. (Photo by Francesco Pecoraro/Getty Images)

Inter, Hakimi falso positivo: ecco quanto rientra

Inter, Hakimi ora spera. Il terzino marocchino non ha giocato ieri sera nella partita di Champions League contro il Borussia.
Ma i nerazzurri sperano che alla fine sia un falso allarme. Il difensore, infatti, ora attende l’esito del secondo tampone per capire come sia stato possibile il suo contagio visti 4 test precedenti dopo il ritorno dalla Nazionale.

Inter, Hakimi falso positivo?

L’Inter spera che si tratti solo di un caso di “falso positivo”. Secondo le ultime indiscrezioni provenienti da Milano, infatti, la società non sarebbe certa della positività di Hakimi al coronavirus. Sia dal punto di vista tecnico che mentale, la notizia ieri sera avrebbe scosso la squadra prima del match giocato e pareggiato in champions League.
Ma la notizie che arrivano da Milano, come riportato dalla GDS, potrebbero mutare la situazione.
Il club nerazzurro, infatti, in queste ore starebbe attendendo l’esito di un ulteriore tampone (che potrebbe arrivare però domani). La società spera in un caso di falsa positività come in Nazionale con El Shaarawy
Ma quante gare dovrà saltare Hakimi? Se la positività al coronavirus fosse confermata dal test di oggi, allora il terzino sarebbe indisponibile per altre due partite in campionato e una in Champions League.
Il terzino dovrebbe saltare il Genoa, lo Shakhtar e probabilmente anche il Parma. La speranza dei nerazzurri è quella di riaverlo con il Real Madrid. Nel frattempo oggi nuovo giro di tamponi e, probabilmente, niente bolla. Saranno i calciatori a decidere se restare alla Pinetina o andare a casa facendo avanti e indietro in questi giorni. In questo caso, tuttavia, in pericolo sarebbero le famiglie dei calciatori coinvolti. Per questo motivo alla fine gli stessi calciatori potrebbero decidere di rimanere a Milano un un maxi ritiro con il tecnico, lo staff e tutti gli addetti ai lavori in contatto con Hakimi in questi giorni.