Home Calcio Italiano Inter, addio Conte: ecco il sostituto

Inter, addio Conte: ecco il sostituto

7
Inter Milan's Italian head coach Antonio Conte shouts instructions during the Italian Serie A football match Inter Milan vs Udinese on September 14, 2019 at the San Siro stadium in Milan. (Photo by Miguel MEDINA / AFP) (Photo credit should read MIGUEL MEDINA/AFP/Getty Images)

Notizie Inter, Antonio Conte andrà via

Manca solo l’ufficialità, ma come riportato dal Tuttosport, per l’addio di Antonio Conte sembrerebbe mancare solo l’ufficialità.

Il tecnico in questo weekend è andato in Liguria, per rilassarsi e pensare. E poi, martedì, avrà luogo l’incontro decisivo con l’Inter. Antonio Conte ha scelto la quiete familiare per pensare e riflettere su lfuturo.

Per ora l’Inter non ha le idee chiare. Diciamo che entrambi hanno un punto fermo. L’allenatore rimarrebbe solo con una rivoluzione societarie, in seno al club nerazzurro. L’Inter non vuole stravolgere proprio nulla.

Per questo le strade, molto probabilmente si divederanno. Partendo da queste certezze, ci sono tre giorni per trovare un accordo.

Anche perchè lunedì 31 agosto comincerà la nuova avventura dell’Inter con gli allenamenti. Ovviamente con il tecnico prescelto per la nuova stagione. Se non dovesse essere Conte, Zhang e Marotta hanno già in mano il sostituto che sarà Max Allegri.

Inter: si cerca un’uscita contrattuale

Il problema per l’Inter sarà quello di trovare un’intesa sul contratto visto che Conte ha ancora due anni di stipendio da farsi pegare che gli garantirebbe, in caso di licenziamento, 24 milioni netti.

Su questo Conte, molto probabilmente, insisterà. L’Inter, che ancora per la prossima stagione avrà sulle spalle pure lo stipendio di Spalletti, non può pagare tre allenatori fior di milioni.

La terza strada sarebbe quella di arrivare ad un accordo: Inter e Conte accetterebbero insieme di separarsi, senza penali dal parte del club e senza rischio di risarcimento danni per l’allenatore. Al momento, questa appare la soluzione più probabile: l’Inter sarebbe ben disposta a firmare subito un’intesa di questo genere.

A quel punto arriverebbe in panchina Massimiliano Allegri e scatterebbe la seconda epurazione di Suning che in ogni caso cambierà qualcosa a livello societario. Chi andrà via? Molto probabilmente Piero Ausilio, che non a caso già dato in orbita Roma.