Home Calciomercato Calciomercato Milan: si lavora per l’attaccante

Calciomercato Milan: si lavora per l’attaccante

13
NIZHNY NOVGOROD, RUSSIA - JULY 01: Mario Mandzukic of Croatia celebrates after scoring his team's first goal during the 2018 FIFA World Cup Russia Round of 16 match between Croatia and Denmark at Nizhny Novgorod Stadium on July 1, 2018 in Nizhny Novgorod, Russia. (Photo by Julian Finney/Getty Images)

Milan: si lavora per l’attaccante

Dopo l’addio a Ralf Rangnick è partito il pian odel nuovo Milan. La conferma di Stefano Pioli è un indizio importante sulla strada del consolidamento del lavoro svolto dall’allenatore.

Ora che le cose sono cambiare il nodo principale resta la permanenza o meno di Zlatan Ibrahimovic. Lo svedese, qualora fosse arrivato Rangnick, avrebbe tolto il “disturbo” ma ora tutto è diverso.

Anche se il problema per Zlatan è Ivan Gazidis, che è apparso freddo sulla questione rinnovo. Ma Ibra, all’interno del gruppo squadra, ha assunto un peso specifico enorme e a lui va ascritta una buona percentuale della crescita della squadra.

Per questo, in caso di permanenza di Maldini e Massara, Ibra ora potrebbe anche restare.

Qualora dovese arrivare la proposta di rinnovo, il Milan dovrebbe comunque operare sul mercato per trovare un’altra prima punta, giovane e di prospettiva.

Il nome buono a quel punto potrebbe essere quello di Gianluca Scamacca, di proprietà del Sassuolo.

Se invece Ibra non restasse allora il Milan lavorerebbe su altri profili. Occhio a quello di Mario Mandzukic – già cercato come alternativa allo svedese lo scorso inverno – e Olivier Giroud, trattato in passato dall’Inter e che ha deciso di non rimanere al Chelsea.

Magari potrebbe arrivare anche un investimento giovane come Luka Jovic, che piaceva a prescindere dall’arrivo di Rangnick. Il problema è che le richieste restano alte nonostante il lavoro dell’agente Fali Ramadani. Difficile, invece, che arrivi Patrick Schick che era un nome molto ben visto da Rangnick.

 

A proposto proprio dell’agente, ieri a Milano c’è stato un incontro con Paolo Maldini, Ricky Massara, Daniele Pradé e lo stesso Ramadani. Sul piatto la questione Ante Rebic. Il Milan vuole tenere il croato, ma la Fiorentina – che ha diritto al 50% sulla futura rivendita di Ante da parte dell’Eintracht Francoforte – non ha intenzione di rinunciare a quei soldi. Per questo per chiudere il cerchio potrebbe arrivare un colpo proprio dalla viola. Il nome buono in questo caso sarebbe quello di Nikola Milenkovic, che i rossoneri seguono da tempo e che è già stato allenato da Pioli alla Fiorentina.