Home Calciomercato Calciomercato Inter: pronti 6 colpi

Calciomercato Inter: pronti 6 colpi

24
Inter Milan's Italian head coach Antonio Conte shouts instructions during the Italian Serie A football match Inter Milan vs Udinese on September 14, 2019 at the San Siro stadium in Milan. (Photo by Miguel MEDINA / AFP) (Photo credit should read MIGUEL MEDINA/AFP/Getty Images)

Inter: in arrivo 6 colpi

L’Inter lavora per il mercato del futuro. Come riportato da Tuttosport, il club nerazzurro prepara una rivoluzione soprattutto in panchina. Antonio Conte ha fatto chiaramente emergere il suo malumore dopo la sconfitta con il Bologna per la panchina conrta:

«Questo è il primo anno di lavoro con l’Inter e ho preso un pacchetto preconfezionato, con tante situazioni da migliorare. Sono stato chiamato per riportare il club a vincere. Non può succedere da oggi al domani». 

Inter: ecco i colpi in programma

Si parte dalla porta dove Radu arriverà come vice Handanovic. In difesa potrebbe andar via Godin. Al suo posto uno tra Kumbulla e Izzo. Il secondo convince Conte per la maggior esperienza.

La batteria degli esterni avrà due titolari nuovi di zecca: a destra è già arrivato Hakimi, mentre a sinistra il prescelto è Emerson Palmieri per cui l’Inter sarebbe già pronta a spendere 30 milioni.

Manca l’ok del Chelsea dopo aver ottenuto il via libera dal giocatore che non rientra più nei piani del club di Stamford Bridge. Borja Valero non rinnoverà, mentre Gagliardini potrebbe andare al Torino.  Vecino invece è sul mercato e potrebbe sbarcare in Premier.

Per quel ruolo l’Inter pensa a due calciatori: Sandro Tonali e Arturo Vidal che è sempre più nei pensieri di Conte perché potrebbe infondere nella squadra quella mentalità che all’Inter manca.

 

Una volta cambiato il centrocampi, toccherà all’attacco. La società dovrà completare l’opera con il vice Lukaku che Conte non ha ancora ottenuto. Anche in questo caso c’è un preferito che resta sempre Olivier Giroud del Chelsea. Poi andrà chiarita la situazione di Alexis Sanchez con lo United. Il calciatore è in prestito dagli inglesi e potrebbe anche tornare in Premier anche se il suo pesante ingaggio è un problema sia per gli inglesi che per l’Inter.