Home Calcio Estero Coronavirus, Jonathas: “Sono quasi svenuto sotto la doccia”

Coronavirus, Jonathas: “Sono quasi svenuto sotto la doccia”

91
NEUSTADT, GERMANY - MARCH 23: A doctor prepares himself at a roadblock for his mission at the quarantined village of Neustadt am Rennsteig in Thuringia state on March 23, 2020 near Neustadt, Germany. Local authorities announced the measure last night following the confirmation of 11 cases of COVID-19, the disease resulting from infection with the coronavirus, in Neustadt and the surrounding Ilm region. Confirmed cases of COVID-19 have topped 24,000 across Germany, and so far Thuringia, with approximately 250 cases, has seen a relatively low number of infections. (Photo by Jens Schlueter/Getty Images)

Coronavirus, Jonathas: “Sono quasi svenuto sotto la doccia”

Ultime Coronavirus, il drammatico racconto del calciatore. L’emergenza in Italia e non solo continua. Colpiti anche tanti calciatori che non sono immuni di certo dal virus.

Sono parecchi i giocatori risultati positivi al tampone nelle ultime settimane. Tra questi c’è anche Jonathas, attaccante dell’Elche che ha particolarmente sofferto soprattutto nei primi giorni della malattia. L’attaccante ha parlato nel corso di un’intervista concessa al quotidiano ‘Globo’, nella quale ha rivelato alcuni dettagli

“Non potevo allenarmi perché il mio corpo era debole. Specialmente durante i primi tre giorni ho sofferto molto. In quel momento non avevo la forza nemmeno per muovermi. Quando sono andato in bagno per farmi una doccia sono quasi svenuto. Sentivo una specie di dolore fortissimo, non l’avevo mai sentito. Questo virus non è uno scherzo”.
Ora per fortuna il peggio sembra passato anche se Jonathas, ovviamente, è ancora in isolamento a casa mentre moglie e figlie sono in Brasile.
“Mi fa male il cuore perché non posso stare con le mie principesse. Ho iniziato a sentire una sensazione molto brutta, tutto è cominciato con un gran mal di testa. La mattina dopo il medico mi ha detto di fare il test perché avevo tutti i sintomi del Coronavirus. Ora sto meglio ma ho sofferto molto nonostante il fisico da atleta professionista. Immaginate come possa stare una persona anziana”.

NEUSTADT, GERMANY – MARCH 23: A doctor prepares himself at a roadblock for his mission at the quarantined village of Neustadt am Rennsteig in Thuringia state on March 23, 2020 near Neustadt, Germany. Local authorities announced the measure last night following the confirmation of 11 cases of COVID-19, the disease resulting from infection with the coronavirus, in Neustadt and the surrounding Ilm region. Confirmed cases of COVID-19 have topped 24,000 across Germany, and so far Thuringia, with approximately 250 cases, has seen a relatively low number of infections. (Photo by Jens Schlueter/Getty Images)