Home Calciomercato Napoli, Ancelotti in bilico: una clausola può liberarlo

Napoli, Ancelotti in bilico: una clausola può liberarlo

325
Napoli's Italian forward Lorenzo Insigne (L) looks at Napoli's Italian coach Carlo Ancelotti during a press conference on the eve of the UEFA Champions League Group C football match Napoli vs Liverpool at the Napoli's training centre in Castel Volturno on October 2, 2018. (Photo by CARLO HERMANN / AFP) (Photo credit should read CARLO HERMANN/AFP/Getty Images)

Napoli, Ancelotti rischia l’esonero: una clausola può liberarlo

Ultime Napoli: Ancelotti può essere esonerato. Il Napoli non può sbagliare più. La situazione di classifica è quasi disastrosa per gli azzurri che ad oggi sono ad 8 punti da Cagliari e Roma, rispettivamente al quarto e al quinto posto in graduatoria e dunque dalla Champions League, gli azzurri. Il Napoli non può rischiare di rimanere fuori dalla corsa Champions e per questo a Udine sarà forse l’ultimo test per Carlo Ancelotti, prima dell’importante impegno in Champions contro il Genk, da cui passa il primo concreto obiettivo dei partenopei. 180 minuti che saranno decisivi per la stagione ma anche per il futuro del tecnico in panchina.

Ma c’è di più. Secondo quanto riportato dal Corriere dello Sport, gli azzurri potrebbe sfruttare una clausola inserita nel contratto di Carlo Ancelotti.
Questa permetterebbe al presidente azzurro di risparmiare in caso di esonero.
Dunque, ad oggi, la decisione di non esonerare Carlo Ancelotti da parte di De Laurentiis, non dipende solo dal fattore economico. Il numero uno del club, infatti, non vuole rovinare un rapporto decollato sin da subito.  Nonostante i risultati, il rapporto tra Aurelio De Laurentiis ed Ancelotti, resta saldo.
I due in continuo contatto e la fiducia del patron è alta, nonostante qualche dubbio dovuto ai risultati ottenuti fino ad ora. L’intenzione del numero uno azzurro, sarebbe quella di non fare scelte affrettate.
Il Napoli, al momento della firma, ha lasciato spazio alla possibilità di un diritto di recesso entro il 31 maggio. Sarebbe previsto il pagamento di una penale da 500mila euro.
Dunque se Carlo Ancelotti resta in panchina non è per evitare di bruciare 6 milioni di stipendio annuo, ma per la volontà del numero uno del Napoli che, come il tecnico, crede che la crisi azzurra sia dovuta alle prestazioni dei calciatori che non stanno disputato una buona stagione.