Home Calcio Italiano Juventus, Bonucci su Ronaldo: “Ci sarà modo di confrontarsi”

Juventus, Bonucci su Ronaldo: “Ci sarà modo di confrontarsi”

136
Juventus' Portuguese forward Cristiano Ronaldo (R) leaves the pitch after being substituted by Juventus' Argentine forward Paulo Dybala (L) during the Italian Serie A football match Juventus vs AC Milan on November 10, 2019 at the Juventus Allianz stadium in Turin. (Photo by Marco Bertorello / AFP) (Photo by MARCO BERTORELLO/AFP via Getty Images)

Juventus, Bonucci su Ronaldo: “Ci sarà modo di confrontarsi”

Ultime Juve, Leonardo Bonucci, difensore bianconeri, ha parlato  della questione Cristiano Ronaldo, esplosa dopo la rumorosa uscita dal campo del portoghese contro il Milan.

Juventus’ Portuguese forward Cristiano Ronaldo (R) leaves the pitch after being substituted by Juventus’ Argentine forward Paulo Dybala (L) during the Italian Serie A football match Juventus vs AC Milan on November 10, 2019 at the Juventus Allianz stadium in Turin. (Photo by Marco Bertorello / AFP) (Photo by MARCO BERTORELLO/AFP via Getty Images)
“A Torino ci sarà modo di confrontarsi. Non credo sia un problema così grave da risolvere. Abbiamo da fare tante partite, in cui servirà nelle migliori condizioni. Sono convinto che anche per lui l’obiettivo sia essere migliore del passato per raggiungere gli obiettivi di squadra e personali“.
Mi piace guardare avanti e non indietro. Ci sarà tempo per parlare, adesso voglio pensare alla Nazionale. Lui giocherà con il Portogallo, significa che fisicamente sta meglio e mentalmente sta alla grande come sempre. 
Bosnia? Sfideremo una nazionale che giocherà sulla falsariga dell’andata, è una squadra che ha giocatori forti come Dzeko e Pjanic. Il tecnico ci ha dato un’identità ben precisa: domani sera dovremo fare le stesse cose che abbiamo fatto nelle partite precedenti che ci hanno portato a qualificarci con largo anticipo senza mai perdere. Ci aspetta una partita difficile: all’andata la Bosnia ci ha messo in difficoltà, soprattutto nel primo tempo, ma abbiamo studiato dove fare meglio”.