Home Calcio Estero Inter: Murillo altro che bidone, va al Barcellona

Inter: Murillo altro che bidone, va al Barcellona

398
MADRID, SPAIN - AUGUST 27: Gareth Bale of Real Madrid CF is shadowed by Jeison Murillo of Valencia CFduring the La Liga match between Real Madrid CF and Valencia CF at Estadio Santiago Bernabeu on August 27, 2017 in Madrid, Spain . (Photo by Denis Doyle/Getty Images)

Notizie Inter: Murillo al Barcellona

Inter: il Barcellona prende Murillo. Jeison Murillo è stato un giocatore dell’Inter.

Il centrale non ha lasciato un gran ricordo nei tifosi nerazzurri. Il calciatore, tuttavia a Valencia sembra aver trovato nuova vita così come Kondogbia.

MADRID, SPAIN – AUGUST 27: Gareth Bale of Real Madrid CF is shadowed by Jeison Murillo of Valencia CFduring the La Liga match between Real Madrid CF and Valencia CF at Estadio Santiago Bernabeu on August 27, 2017 in Madrid, Spain . (Photo by Denis Doyle/Getty Images)

Per questo il suo futuro potrebbe essere nientemeno che al Barcellona. Il club catalano ha bisogno di un centrale difensivo e secondo la stampa spagnola avrebbe già trovato l’accordo con il giocatore e con il Valencia.

Dopo l’infortunio di Samuel Umtiti, che probabilmente potrebbe rimanere fuori per il resto della stagione per un grace infortunio al ginocchio, il club cerca un centrale.

Tra i quattro centrali ha pure il belga Vermaelen, un giocatore di valore ma che continua ad avere problemi fisici.Per questo il difensore colombiano ha detto già sì al Barca.

Inter: l’esperienza in Italia di Murillo

Nato a Cali nel 1992, Murillo viene preso giovanissimo dall’Udinese. Il club friulano lo girò Granada club con il quale il dentrale ha giocato le sue prime partite in Europa.

Dopo quattro stagioni nella Liga il calciatore passò all’Inter per forare sulla carta una bella coppia con Miranda, ma le cose non andarono benissimo.

Nella prima stagione in Italia Murillo disputò 35 partite segnando 2 gol. In quella stagione però collezionò 3 rossi diventando il calciatore più espulso.

Nel secondo anno, invece, disputò 34 partite, realizzando un gol, bellissimo, in rovesciata in un match di ottavi di Coppa Italia con il Bologna.