Home Calcio Estero Salah porta l’Egitto al Mondiale: gli intestano una scuola per ringraziarlo

Salah porta l’Egitto al Mondiale: gli intestano una scuola per ringraziarlo

1287

Mohamed Salah, esterno offensivo ex Roma, è un eroe nazionale in Egitto. Il calciatore del Liverpool è stato “eletto dal popolo” come nuovo Faraone, capace di trascinare la squadra africana ai Mondiali in Russia. Doppietta rifilata al Congo, goal decisivo nel recupero del secondo tempo e qualificazione conquistata dopo 28 anni. L’ultima apparizione dell’Egitto in una Coppa del Mondo fu proprio nel Mondiale nostrano di Italia ’90.

Piccolo ringraziamento

Un traguardo non di poco conto, un regalino a Salah andava fatto. Niente alcol perché la religione lo vieta, niente porchetta perché la religione lo vieta… Tanto vale dedicargli la scuola in cui si è diplomato! Adesso Basyoun, città natale di Momo, ha una scuola Salah. Avvertiamo tutti i calciatori che è comunque una scuola tradizionale, non si insegna a correre come un cavallo impazzito sulla fascia e affermarsi come uno dei migliori esterni al mondo. Meglio chiarire, prima che il Faraone Salah si arrabbi. Per rendere più chiara l’idea di ciò che è successo in Egitto al termine della sfida col Congo, guardate l’ignoranza dilagante per le strade nord africane. Lo ammettiamo, siamo un po’ invidiosi: gli egiziani sono già al Mondiale di Russia e noi no. Grazie mille Ventura, grazie davvero!