Home Calcio Italiano Chievo Verona-Hellas Verona: la curiosità che non ti aspetti sul derby

Chievo Verona-Hellas Verona: la curiosità che non ti aspetti sul derby

1648
Chievo Verona-Hellas Verona

Quella alla quale abbiamo assistito è stata la stagione delle piccole e belle favole: la salvezza del Crotone conquistata all’ultima giornata, l’Atalanta in Europa League, la storica promozione del Benevento in Serie A, il Milan che fa mercato senza cercare calciatori a parametro zero. Ma sapete qual è il particolare che farà  impazzire gli ignoranti di prima categoria? Il ritorno in Serie A del derby più bello e seguito (o forse no) d’Italia: Chievo Verona-Hellas Verona.

Chievo Verona-Hellas Verona: il derby degli ignoranti

Manca poco, il campionato di Serie A comincerà  il 20 agosto e l’attesa inizia ad essere snervante per chi vive solo di calcio, fantacalcio e schedine giocate e poi stracciate. Gli eventi più attesi della stagione 2017/2018 saranno l’andata ed il ritorno del derby della Scala.

Non sapete perché si chiama “derby della Scala”? Beh, nemmeno noi ma ci siamo fatti un’idea. Pare che alle stracittadine giocate tra queste due squadre non abbia mai preso parte nessun tifoso perché le scale che permettono l’accesso all’interno dello stadio siano infinite. I familiari dei supporters le hanno provate tutte chiamando “Chi l’ha visto?”, l’esercito italiano e l’intelligence americana ma non hanno mai ritrovato i loro cari. Altro che Triangolo delle Bermuda.

Il Bentegodi è uno stadio ricco di storia ma non si può dire lo stesso se si parla di tifosi.

 

 

 

 

Una curiosità  su Chievo Verona-Hellas Verona

Sapete qual è l’allenatore che ha disputato più derby scaligeri seduto in panchina? Il “Mollo”. Non sapete chi è il “Mollo”? Allora non siete veri ignoranti ma dato che ci sentiamo magnanimi vi diremo di chi si tratta: Alberto Malesani! Il tecnico, veronese di nascita e ignorante per adozione, avendo allenato entrambe le squadre ha conquistato questo speciale record che, di sicuro, ha arricchito il suo palmares.

Ecco perché Malesani è soprannominato il “Mollo”.