Home Calcio Italiano Fiorentina, Castrovilli: “Futuro? Spero di lasciare bei ricordi”

Fiorentina, Castrovilli: “Futuro? Spero di lasciare bei ricordi”

12
NAPLES, ITALY - JANUARY 18: Gaetano Castrovilli of ACF Fiorentina during the Serie A match between SSC Napoli and ACF Fiorentina at Stadio San Paolo on January 18, 2020 in Naples, Italy. (Photo by Francesco Pecoraro/Getty Images)

Fiorentina, Castrovilli: “Futuro? Spero di lasciare bei ricordi”

Ultime Fiorentina | Gaetano Castrovilli, centrocampista della Fiorentina, ha parlato nel corso di un’intervista concessa a WhoScored. Il calciatore, oggetto dei desideri di mercato di diversi club, ha parlato anche del suo futuro.

Le parole di Castrovilli

Futuro?  “Sono ancora giovane e ho tante cose da migliorare. Devo lavorare tanto e vorrei lasciar ebei ricordi con la maglia della Fiorentina.”

Carriera? “Giocare diverse stagioni in Serie B mi ha permesso di fare molta esperienza utile per affrontare un campionato difficile come la Serie A. La Serie B è molto dura, ma la Serie A è ricca di campioni in tutte le squadre. In Serie A ci sono un’intensità e un’attenzione tattica difficili da replicare in altri campionati”.
Idoli?   “Kakà e Ronaldino sono stati campioni eccezionali. Li ammiro da quando sono bambino. Erano giocatori dotati di una tecnica incredibile e capaci di cambiare una gara da soli”.
Passioni? “La danza è una mia grande passione. Sono sicuro che l’amore per la danza influisce in qualche modo sui miei movimenti in campo. L’equilibrio e alcuni movimenti mi hanno dato una mano, il resto è istinto”
Ribery?  “È un onore incredibile per me giocare con un fenomeno come Franck Ribery, sono fortunato. Anche in allenamento ci aiuta tanto.”
Eurrpei?  “Ancora devo realizzare bene cosa è successo quest’anno come il gol al Milan. Nonostante siano passati molti mesi, è un ricordo ancora pieno di emozioni. Segnare il mio primo gol in Serie A, contro il Milan mi è sembrato un songo. Gol al Sassuolo? Non solo a segnare, ma anche a ribaltare una partita che stavamo perdendo”.
Nazionale?  “Per giocatori giovani come me potrebbe essere un’opportunità. Abbiamo tempo per dimostrare al ct quello che sappiamo fare. Sarebbe un sogno per me poter partecipare agli Europei. L’Italia fortunatamente è ricca di giovani e talentosi centrocampisti. La competizione è stimolante e ci sta spingendo sempre a far meglio”.