Home Calcio Italiano Serie A, Spadafora: “Dopo l’emergenza rifondo lo sport in Italia”

Serie A, Spadafora: “Dopo l’emergenza rifondo lo sport in Italia”

12
Italy's Prime Minister Giuseppe Conte (Top L) shakes hand with Italy's Foreign Minister Luigi Di Maio as Italy's Minister for Sport and Youth Policies Vincenzo Spadafora (Bottom L), Italy's Secretary of the Council of Ministers Riccardo Fraccaro (Bottom C) and Italy's Minister of Regional Affairs Francesco Boccia applaud after Conte delivered a speech on September 9, 2019 during the new government confidence vote at the lower house of parliament in Rome. (Photo by Andreas SOLARO / AFP) (Photo credit should read ANDREAS SOLARO/AFP via Getty Images)

Serie A, Spadafora: “Dopo l’emergenza rifondo lo sport in Italia”

Ultime Serie A | Vincenzo Spadafora, Ministro delle Politiche giovanili e dello Sport, ha parlato del futuro della Serie A e non solo attraverso la sua pagina Facebook annunciando un cambio di rotta:

«Sono in grado di dare finalmente delle risposte alle vostre domande. Nelle prossime settimane metterò mano a una riforma del mondo dello sport. 

In questo periodo ho notato che un quadro chiaro manca molto, per intervenire abbiamo messo mano a tutto quello che era possibile anche per dare concretezza. Linee guida: se andate su www.sport.governo.it trovate tre linee guida: le linee guida per gli allenamenti individuali, che erano state pubblicate da 4 maggio; le linee guida per l’attività motoria e di base. C’è tutto, in maniera molto chiara, e presto verranno pubblicate le faq ma il protocollo oramai è chiaro. Potete trovare anche le linee guida per l’attività motoria. Valgono per tutti i centri, gli impianti, le palestre, le piscine, per i centri danza e fitness, valgono per tutti. Le Regioni, nel pieno della loro autonomia, in alcuni casi stanno emanando regole diverse, come la Lombardia, stanno pensando di differire il termine di apertura che è lunedì prossimo, 25 maggio».

Il Ministro ha poi parlato dello sport e delle manifestazioni sportive.
«Per ora non si gioca. Dunque, le partite di calcio a 5, le partite di calcio, qualunque tipo di competizioni non permette distanziamento è sospesa. Come sono sospesi i concerti e gli eventi pubblici. Questo vale fino almeno fino a giugno, fino al 3, sperando poi di ripartire».
Rimborsi? «Per tutti gli abbonati o anche per chi ha acquistato un biglietto per assistere ad una partita o manifestazione sportiva disputatasi a porte chiuse o non tenutasi potranno richiedere il voucher di rimborso».
Investire? «Non intendiamo rimanere indietro: abbiamo pronto ben un miliardo di euro per intervenire in maniera forte nel settore sportivo».