Home La Vera Ignoranza Coronavirus, De Luca: “Queste sono mascherine per Bugs Bunny a carnevale” –...

Coronavirus, De Luca: “Queste sono mascherine per Bugs Bunny a carnevale” – VIDEO

59
ROME, ITALY - JULY 06: Vincenzo De Luca attends a press conference for the Giffoni Film Festival 2017 at Casa del Cinema on July 6, 2017 in Rome, Italy. (Photo by Ernesto Ruscio/Getty Images)

Coronavirus, De Luca: “Queste sono mascherine per Bugs Bunny a carnevale”

Vincenzo De Luca, governatore della Campani, è stato protagonista di un altro duro sfogo oggi.

Il Presidente della Regione Campania ha detto la sua contro le mascherine protettive inviate dalla Protezione civile per l’emergenza coronavirus al Sud:

“​Hanno risposto che ci avevano mandato 700mila mascherine. Amici cari vediamo di capirci bene. Vi faccio vedere quali sono queste famose mascherine, in Campania ne sono arrivate 552mila. Queste cose, ci vuole una fantasia accesa per chiamarle mascherine. Mi sembrano invece delle belle mascherine di Carnevale. Questa va bene per travestirsi da Bugs Bunny, il coniglio. Se ve la mettete, le vostre orecchie escono da queste fessure. In questo modo i nostri medici avranno la faccia come Bunny il coniglietto. Facciamoci un sorriso anche in un momento difficile, ma non chiamatele mascherine.

Non la indosso per non sembrare ridicolo ma devo dire che hanno una grande efficacia per pulire gli occhiali, le lenti: sono un prodotto eccezionale. Ma per gli ospedali, vi voglio bene, dobbiamo lasciarle perdere”.

ROME, ITALY – JULY 06: Vincenzo De Luca attends a press conference for the Giffoni Film Festival 2017 at Casa del Cinema on July 6, 2017 in Rome, Italy. (Photo by Ernesto Ruscio/Getty Images)

Poi l’affronto a chi critica e a chi abusa sui social:

“Conosco tanti critici di professione, cioè quelli che segnalano continuamente che le cose non vanno bene. Noi lo sappiamo già ma stiamo facendo una corsa contro il tempo. Quelle persone mi ricordano uno sketch del trio Aldo, Giovanni, Giacomo. Uno non faceva niente e per le strade guardava i lavori stradali, finché poi non lo mandavano a quel paese. Ho visto anche emergere qualche elemento di sciacallaggio.

Noi in  Campania dobbiamo combattere contro due nemici. Il primo è il virus. Il secondo nemico sono ‘’i ‘portaseccia’.