Home Calcio Estero Juventus: scontro Raiola-Solskjaer. L’agente di Pogba: “Non è di sua proprietà”

Juventus: scontro Raiola-Solskjaer. L’agente di Pogba: “Non è di sua proprietà”

36
TOPSHOT - Manchester United's French midfielder Paul Pogba reacts after missing a chance during the English League Cup third round football match between Manchester United and Rochdale at Old Trafford in Manchester, north-west England on September 25, 2019. (Photo by Paul ELLIS / AFP) / RESTRICTED TO EDITORIAL USE. No use with unauthorized audio, video, data, fixture lists, club/league logos or 'live' services. Online in-match use limited to 120 images. An additional 40 images may be used in extra time. No video emulation. Social media in-match use limited to 120 images. An additional 40 images may be used in extra time. No use in betting publications, games or single club/league/player publications. / (Photo credit should read PAUL ELLIS/AFP via Getty Images)

Ultime Juventus: scontro Raiola-Solskjaer. L’agente: “Non è di sua proprietà”

Ultime Juve | Paratici attende e guarda ancora in casa Manchester United. Lo scontro tra Pogba ed il club inglese prosegue. Prima il ritiro saltato, poi l’infortunio ed infine le parole di Mino Raiola. Il francese ha il classico “mal di pancia” da addio e la Juve non attende altro per sferrare l’assalto decisivo.

Oggi intanto è andato in scena un nuovo scontro frontale tra Paul Pogba e il Manchester United. Stavolta il tecnico dei Red Devils Ole Gunnar Solskjær ha aveva aperto le danze in conferenza stampa.

“Il cartellino di Pogba è di proprietà del Manchester United, non di Raiola. Non ho mai parlato con lui e non ho detto a Pogba cosa dire al suo procuratore.  Sono sicuro che Paul non veda l’ora di tornare a giocare con i compagni i squadra e di superare le noie fisiche che lo hanno messo fuori causa”.

Parole dure che lo avvicinano ancora una volta di più all’addio, e alle quali Mino Raiola ha prontamente replicato in serata:

“Paul non è mio e di sicuro non è proprietà di Solskjaer, Paul è di Paul Pogba. Un essere umano non è posseduto, non è un oggetto, già da molto tempo sia nel Regno Unito che altrove. Spero che Solskjaer non volesse dire che Paul sia prigioniero del suo contratto e del suo club”.
Il procuratore ha poi aggiunto:
“Ma prima che Solskjaer commenti quello che dico  dovrebbe informarsi meglio sulle mie dichiarazioni. Sono un cittadino libero che può pensare ed esprimere le proprie idee. Fino ad ora forse ero sempre stato gentile.  Solskjaer dovrebbe solo ricordare le cose che ha detto in estate a Paul. Credo che sia frustrato per altri motivi e che ora stia facendo confusione sui suoi problemi. Penso che Solskjaer debba preoccuparsi di altro, se fossi nei suoi panni lo fare”.