Home Calcio Italiano Calciomercato Napoli: Mertens, pronti 15 milioni dal Monaco

Calciomercato Napoli: Mertens, pronti 15 milioni dal Monaco

37
NAPLES, ITALY - AUGUST 25: Dries Mertens player of SSC Napoli celebrates the victory after the serie A match between SSC Napoli and AC Milan at Stadio San Paolo on August 25, 2018 in Naples, Italy. (Photo by Francesco Pecoraro/Getty Images)

Calciomercato Napoli: Mertens, pronti 15 milioni dal Monaco

Ultime Napoli: Mertens ancora in bilico. Come riportato dal Corriere dello Sport, nonostante la perla di ieri, l’attaccante non è sicuro di restare visto che il suo contratto è in scadenza al termine della stagione.

Centoventi gol, spalmati in sette anni, in una galleria ch’è colma d’abbaglianti opere d’arte che sfilano di nuovo in quella parabola capace di schiudere all’immensità: centoventi gol, con la ricercata naturalezza di un artista, un calciatore che ha vissuto due carriere. La prima, da esterno, la seconda Sarriana.

Cagliari è la sua isola del tesoro e lo diventa (statisticamente) l’11 dicembre del 2016, quando lo scugnizzo si straccia di dosso ogni apparente inibizione, sistema una tripletta come un arcobaleno e comincia a scalare la storia del Napoli, quella che «ruberà» a Marek Hamsik nel cuore di quella città inevitabilmente divisa a metà, appena quattro mesi fa: «Vedrai che ti prenderò». Un gol è un dettaglio marginale, a fine anno il suo contratto scadrà.

PEr averlo il Monaco è pronto a fare follie: i “francesi” sarebbero pronti ad offrire un contratto da quindici milioni per due anni (cinque per farlo firmare, altri dieci per gustarselo) e al quale De Laurentiis, ostinatamente intenzionato a tener con sé, ha offerto nove milioni secchi e la possibilità di restare a Palazzo Donn’Anna, facendone una scelta di vita, inevitabilmente di cuore.

Tra una sola rete supererà anche Hamsik. Mertens è pallonetti alla Maradona (al Torino, al San Paolo; alla Lazio, all’Olimpico), è conversioni per innamorati del calcio, è la sublimazione del centravanti in chiave antica e anche moderna, è quel genio che Gattuso incatenerebbe a sé, per sempre, in una squadra da costruire intorno a veroniche e graziosi merletti. Mertens è in due anime, la prima, nel suo triennio da esterno (e spesso alternativo a Insigne) contiene «appena» 34 gol; poi, la seconda vita da attaccante con 86 reti che lo introducono nell’eternità.