Home Calcio Italiano Atalanta, Gasperini: “Zapata? E’ in Spagna ma c’è un problema”

Atalanta, Gasperini: “Zapata? E’ in Spagna ma c’è un problema”

104
BENEVENTO, ITALY - APRIL 18: Gian Piero Gasperini coach of Atalanta BC during the serie A match between Benevento Calcio and Atalanta BC at Stadio Ciro Vigorito on April 18, 2018 in Benevento, Italy. (Photo by Francesco Pecoraro/Getty Images)

Notizie Atalanta, Gasperini: “Zapata? E’ in Spagna ma c’è un problema”

Ultime Atalanta | Gian Piero Gasperini, tecnico dell’Atalanta, ha parlato oggi in conferenza stampa:

“Zapata dovete chiedere ai medici, è a Siviglia e si sta curando. C’è disparità di diagnosi, se uno dice sei guarito e l’altro no inizi a girare per il mondo, posso aggiungere davvero poco. In questo momento non è a disposizione della squadra. È difficile, è un aspetto medico. Non posso fare delle diagnosi, nessuno pensava questo. Io non mi sbilancio, le previsioni sono quelle. Tutti eravamo certi che tornasse, non posso fare previsioni. Gomez ha preso una brutta contusione a Brescia, gli ha condizionato tutta la settimana. Sta meglio, oggi vediamo.

Muriel? Ha fatto molto bene per un certo periodo, dobbiamo uscire da qualche situazione che non riguarda solo l’Atalanta, come la nazionale. Abbiamo bisogno del miglior Muriel, l’assenza di Zapata si è prolungata molto. Abbiamo un po’ mascherato l’assenza, un po’ l’abbiamo pagata. Non ci sono più rodaggi o nazionali di mezzo, abbiamo bisogno della sua continuità. Dobbiamo tutti dare qualcosa in più in un momento molto importante. Alcune cose lo hanno rallentato”.

Così il tecnico sul mistero che aleggia sulle condizioni di salute del colombiano che si era infortunato con la Nazionale. Gasp ha proseguito la conferenza:

La classifica in casa ha bisogno di cambiare marcia, per rimanere aggrappati. Domani può essere una giornata importante per tutti, ci sono degli scontri di difficoltà notevole per tutti. Da qui a Natale cercheremo di fare il massimo, mercoledì sarà decisiva. Non credo che giocare al risparmio possa dare vantaggi in Coppa.

C’è un rapporto forte, è stato un mio giocatore e poi un collaboratore. Ha intrapreso questa carriera, ha vinto un campionato a Crotone. Genova è stata una brutta tappa, è un allenatore di valore. Ora sono contento, a Verona sta facendo ottimi risultati”.