Home Calcio Italiano Juventus, infortunio Chiellini: ecco come sta

Juventus, infortunio Chiellini: ecco come sta

8
TURIN, ITALY - APRIL 03: Giorgio Chiellini of Juventus FC shows his dejection during the UEFA Champions League Quarter Final Leg One match between Juventus and Real Madrid at Allianz Stadium on April 3, 2018 in Turin, Italy. (Photo by Emilio Andreoli/Getty Images)

Notizie Juventus, infortunio Chiellini: ecco come sta

Ultime Juve | Giorgio Chiellini sta migliorando: “Sto bene, ho ricominciato a correre e sto rispettando i tempi di recupero che ci siamo prefissati. Nessun ritardo ma ancora non sono pronto”.

Il difensore ha parlato a Sky Sport dopo le premiazioni al Gran Galà del Calcio AIC:
“L’Inter sta facendo qualcosa di straordinario, se pensate che ha perso lo scontro diretto e ora è sopra di un punto si capisce. La vera Juve si vedrà dall’anno nuovo, serve  tempo. Siamo partiti molto bene poi abbiamo sofferto un po’ di calo fisiologico, ma i risultati non sono mancati. Ci vuole un po’ di equilibrio, senza il pareggio con il Sassuolo si parlerebbe di super Juve”.
Il centrale ex Fiorentina, capitano della Juventus, ha parlato anche del momento della sua squadra:
LONDON, ENGLAND – MARCH 07: Giorgio Chiellini of Juventus celebrates with Paulo Dybala of Juventus during the UEFA Champions League Round of 16 Second Leg match between Tottenham Hotspur and Juventus at Wembley Stadium on March 7, 2018 in London, United Kingdom. (Photo by Catherine Ivill/Getty Images)
“Ronaldo felice, altrimenti non sarebbe venuto. Il Pallone d’Oro a Messi ci sta, il vero furto è stato l’anno scorso. Il Real Madrid ha deciso di non farlo vincere a Ronaldo ed è stato molto strano. Il Real non voleva vincesse un suo ex giocatore. Secondo la logica di quest’anno avrebbe dovuto vincere Griezmann, oppure Pogba. Tra Cristiano, Van Dijk e Messi è complicato. Noi siamo fortunati perché uno l’abbiamo come compagno.
De Ligt? Con lui parlo ogni giorno. E’ un ragazzo intelligente che ha molta voglia di imparare. E’ stato catapultato in un campionato totalmente diverso, alla sua età non è semplice. Tocchi di mano? Non è un caso, è qualcosa su cui si può lavorare.
Sarri? Le squadre di Sarri se  devono difendere vicino alla loro porta vanno in difficoltà. Negli scorsi anni con Allegri avevamo concetti totalmente differenti. Vedrete la vera Juve da gennaio”.