Home Calcio Italiano Conte duro: “Lettera? Meno ne parlo meglio è”

Conte duro: “Lettera? Meno ne parlo meglio è”

5
Inter Milan's Italian head coach Antonio Conte shouts instructions during the Italian Serie A football match Inter Milan vs Udinese on September 14, 2019 at the San Siro stadium in Milan. (Photo by Miguel MEDINA / AFP) (Photo credit should read MIGUEL MEDINA/AFP/Getty Images)

Conte duro: “Lettera? Meno ne parlo meglio è”

Antonio Conte, tecnico dell’Inter, ha parlato in conferenza stampa anche della lettera minatoria ricevuta:
Lettera? Penso – come ho già detto – che dobbiamo cercare di trasmettere dei valori positivi per chi ci segue e per le generazioni. Avevo parlato di essere rimasto sorpreso quando sono rientrato in Italia. Ho già detto la mia e non è giusto dare spazio ad episodi così negativi e diseducativi. Più spazio si dà, più messaggi negativi arrivano ai giovani. Noi siamo l’esempio per i giovani. C’è chi sta facendo il suo lavoro e mi hanno assicurato che avrà notizie”.
Il tecnico ha poi parlato anche della situazione degli infortunati in casa nerazzurra:
Infortuni? E’ un discorso che deve essere fatto con il medico. Stanno lavorando. Andare nei dettagli è difficile. Mi auguro di averli il prima possibile perché ne abbiamo bisogno. 
Come me li spiego? Per gli infortuni traumatici c’è poco da fare. Se andiamo a parlare di infortuni muscolari sono solo due con Gagliardini e Sensi. Non stiamo parlando di numerosi infortuni. Stiamo parlando però sicuramente che in alcune zone della rosa se si sommano uno o due infortuni ci creano problemi perché non siamo numerosi in quella zona.
Sensi?  E’ fermo da un mese. Stiamo cercando di riportarlo nelle migliori condizioni e soprattutto una volta rientrato che resti stabilmente con noi.
D’Ambrosio quinto a sinistra? Ha avuto questo problema al piede ed è un giocatore recuperato. Deve ritrovare la migliore condizione e la si può ottenere solo allenandosi. Danilo è un jolly, può ricoprire diversi ruoli, da centrale e da esterno. E’ un giocatore importante da avere, ti dà la possibilità di intervenire in diversi ruoli sia in corso che ad inizio partita”.
Lukaku? Penso che stiamo parlando di un giocatore importante per noi così come lo è Lautaro. Stanno facendo molto bene tutti e due. C’è poco da dire, c’è solo da sottolineare il lavoro che stanno facendo per la squadra. Sono contento e spero che continuino così”.