Home Calcio Italiano Inter, Zanetti: “Lautaro? Vi svelo il futuro”

Inter, Zanetti: “Lautaro? Vi svelo il futuro”

9
TURIN, ITALY - AUGUST 31: FC Internazionale Milano Vice President Javier Zanetti (R) and Sporting Director Piero ausilio look on prior to the Serie A match between Torino FC and FC Internazionale Milano at Stadio Olimpico di Torino on August 31, 2014 in Turin, Italy. (Photo by Valerio Pennicino/Getty Images)

Inter, Zanetti: “Lautaro? Vi svelo il futuro”

Javier Zanetti, vice-presidente dell’Inter, ha parlato nel corso di un’intervista concessa a Marca anche del futuro in Liga di Lautaro Martinez:
“Messi? Sarà sempre il migliore in assoluto. Per giocare contro di lui, devi essere molto concentrato. Vediamo cosa accadrà a Milano contro il Barcellona, ma queste due partite sicuramente ci aiuteranno a crescere, sappiamo che l’Inter è sulla buona strada. Se Lionel mi sorprende ancora? Fa sempre cose incredibili. Se vedi i suoi numeri ti spaventi. Come argentino mi rende felice, come ex compagno ancora di più. Non lo so se è il migliore ma è uno dei migliori della storia. 
Record presenze in Nazionale per Messi?  Non gli manca molto per superarmi. E se lo merita, so cosa prova per la maglia dell’Argentina, non ha ancora vinto nulla con la Nazionale ma può succedere nel calcio. Vince solo una squadra e bisogna accettarlo. Spero che il destino gli dia almeno un titolo con la maglia dell’Argentina. 
 Lautaro Martinez?  Ha solo 22 anni ed è esploso con un rendimento molto elevato in breve tempo. Come l’abbiamo strappato all’Atletico? Rispettiamo tutti, ma abbiamo saputo che c’era la possibilità di prenderlo e abbiamo fatto un investimento che ripagherà nel futuro. 
Mercato e Barcellona? L’idea è che resti con noi. Ha 22 anni e spero resti un bel po’. All’Inter può essere importante già da adesso. 
Mourinho? Conoscendo José starà aspettando un’occasione in un top club. Vive il calcio con passione, è un allenatore preparato, ho grandi ricordi con lui. Sicuramente lo vedremo presto su una panchina. Se sarà a Madrid? Non lo so. Ha già allenato lì, conosce quel club. Ma prima di prendere una decisione analizzerà tutto in generale, è un tecnico per grossi club.
Mercato? Avevo delle offerte e stavo per andare al Real Madrid prima di firmare per l’Inter. Ma da quando sono arrivato in nerazzurro ho capito subito che era il mio posto nel mondo. L’Inter è la mia famiglia e sono felice di aver potuto finire la mia carriera lì”.