Home Calcio Estero Addio colpi di testa, sono pericolosi per la salute

Addio colpi di testa, sono pericolosi per la salute

8
CAGLIARI, ITALY - MAY 11: Stefan Radu of SS Lazio competes for the ball with Leonardo Pavoletti of Cagliari during the Serie A match between Cagliari and SS Lazio at Sardegna Arena on May 11, 2019 in Cagliari, Italy. (Photo by Marco Rosi/Getty Images)

Addio colpi di testa, sono pericolosi per la salute

Notizie Calcio | I colpi di testa sono molto pericolosi per l salute.

Secondo lo studio della FA sul rischio di contrarre malattie neurologiche è altissimo.

Per questa ragione in Scozia stanno pensando di abolire i colpi di testa.

La nuova regola sarà presto valida per gli Under 12. La Scozia sta realmente pensando di abolire i colpi di testa per i calciatori più giovani: l’importante riflessione nasce in seguito allo studio effettuato dall’Università di Glasgow, commissionato dalla federazione inglese di calcio e dal sindacato calciatori.

Secondo la ricerca i giocatori hanno un rischio molto superiore alla media di morire di demenza e di contrarre gravi malattie neurologiche.

CAGLIARI, ITALY – MAY 11: Stefan Radu of SS Lazio competes for the ball with Leonardo Pavoletti of Cagliari during the Serie A match between Cagliari and SS Lazio at Sardegna Arena on May 11, 2019 in Cagliari, Italy. (Photo by Marco Rosi/Getty Images)

Lo studio è stato effettuato su 7676 ex calciatori nati fra il 1900 e il 1976, che avrebbero un rischio cinque volte più alto di contrarre in età avanzata una malattia legata a disturbi del cervello.

Sui soggetti presi in esame, infatti, sono stati diagnosticati diversi disturbi, soprattutto l’Alzheimer ma anche la Sla e il Parkinson.

Ilndottor Stewart si è espresso sull’argomento alla ‘Gazzetta dello Sport’:

“Ora dobbiamo cercare più prove sui rischi dei colpi di testa. Per ora sappiamo che i giocatori di campo corrono un rischio maggiore rispetto ai portieri”.

Scozia, abolizione ad un passo

Il capo dello staff medico della federcalcio scozzese, John MacLean, suggerisce di prendere provvedimenti per ridurre i colpi di testa fra i giocatori più giovani:

“Mentre lo studio afferma che i risultati non possono essere applicati automaticamente al gioco, però è chiaro che questo non dovrebbe essere un ostacolo a fare ora la cosa giusta. È una chiara dichiarazione di intenti. Non dovrebbero esserci ostacoli all’applicazione”.

Qualsiasi forma di scongiuro è lecita per chi ha fatto del colpo di testa una peculiarità della propria carriera.