Home Calcio Italiano Ibrahimovic: “Futuro? A fine anno si vedrà…”

Ibrahimovic: “Futuro? A fine anno si vedrà…”

9
Zlatan Ibrahimovic of LA Galaxy looks on during the Major League Soccer match between Atlanta United and LA Galaxy in Carson, California on April 21, 2018. (Photo by Frederic J. BROWN / AFP) (Photo credit should read FREDERIC J. BROWN/AFP/Getty Images)

Ibrahimovic: “Futuro? A fine anno si vedrà…”

Zlatan Ibrahimovic lascia l’MLS? Il calciatore svedese ha cominciato a lasciar trasparire qualche “mal di pancia”.

L’ex Milan da quasi due anni gioca nei Los Angeles Galaxy e, a 38 anni, non ha intenzione di fermarsi. Il suo contratto con il club americano scade il 31 dicembre e lo svedese potrebbe anche far ritorno in Europa.

“Ho un contratto fino al 31 dicembre, credo. Fino ad allora non ho pensieri, rispetto il mio contratto.

Se andrò via, avrete meno di cui scrivere. Se resterò qui, allora avrete ancora qualcosa di cui scrivere. Vedremo cosa accadrà”.

Il suo futuro potrebbe anche essere in Italia. Dopo esser stato accostato al Milan lo scorso gennaio, il suo nome è finito sui giornali anche accanto a quelli di altre squadre italiane.

Ultime Fiorentina: niente Ibra, non rientra nei piani

Per la Fiorentina un’operazione alla Ribery sembra impossibile come confermato dal ds Pradè.

“Tornerei in Serie A, posso fare ancora la differenza”, aveva di recente dichiarato l’ex Juve, Milan e Inter. Lo svedese, tra le altre, è stato accostato anche alla Fiorentina dopo l’arrivo di Commisso:

“Ibra e De Rossi? Sono due situazioni che non hanno più un senso tecnico, non rientrano nelle nostre teste”, ha dichiarato in conferenza stampa il direttore sportivo viola che ha poi parlato del momento della sua Fiorentina.

 “Bologna? E’ una delle squadre che mi ha impressionato di più in questa prima parte di campionato e lo dimostrano anche i numeri. Spero vivamente di vedere Sinisa Mihajlovic domani in panchina.

La classifica in questo momento non ci interessa. Dobbiamo essere concentrati nel produrre prestazioni di grande livello. Il rientro dalla sosta è sempre molto difficile, non è semplice per i giocatori che si sono allenati in maniera diversa rispetto al solito. La sosta nasconde tante insidie”