Home Calcio Italiano Milan: Leao come Chiesa, Pioli prova a trasformarlo

Milan: Leao come Chiesa, Pioli prova a trasformarlo

7
MILAN, ITALY - SEPTEMBER 29: Rafael Leao of AC Milan in action during the Serie A match between AC Milan and ACF Fiorentina at Stadio Giuseppe Meazza on September 29, 2019 in Milan, Italy. (Photo by Marco Luzzani/Getty Images)

Notizie Milan: Leao come Chiesa, Pioli prova a trasformarlo

Ultime Milan: Leao si gioca una maglia da titolare con Pioli. Come riportato da La Gazzetta dello Sport, il tecnico del Milan vuole trasformare il calciatore come fece con Federico Chiesa. Il talento viola esplose proprio sotto la sua gestione.

Chiesa era una promessa del settore giovanile viola, aveva mantenuto le attese al debutto in campionato con la Fiorentina di Paulo Sousa, ma si è pienamente realizzata dopo, sotto la gestione Pioli.

In effetti Chiesa è un esterno che unisce qualità e fisico, tecnica e potenza, Leao ha caratteristiche simili: l’abilità unita alla resistenza, la fascia come punto di partenza in direzione della porta avversaria.

Forse anche per questo, per Leao il Milan auspica un percorso simile: il talento intravisto nelle prime uscite (tre da titolare, un gol fatto, un rigore procurato) deve essere espresso con continuità ed è una delle prime sfide del nuovo allenatore. Già nel fine settimana Leao sarà disponibile a Milanello: è nella lista della Under 21 portoghese che giocherà domani in Olanda, unico impegno internazionale prima di conoscere il nuovo tecnico.

Chiesa ha funzionato da esterno del tridente, lo stesso ruolo che Pioli affiderà a Leao che però partirà largo a sinistra considerato che la zona opposta è già ben coperta da Suso. Un dettaglio che non sposta l’obiettivo: avrà comunque lo spazio per tagliare dentro.

Milan, anche Biglia punto di riferimento

Altro calciatore fondamentale sarà Biglia. L’ex Lazio era in uscita, spinto dal club verso Firenze come parziale ricompensa per Veretout ma è rimasto e si è rivelato utile per lo stesso motivo per cui veniva considerato di troppo, l’età. Biglia ha 33 anni e uno stipendio pesante, ma tanta esperienza (tra l’altro anche con Pioli). Era lui a dettare i tempi di gioco della Lazio, il play che avviava l’azione.