Home Calcio Estero Real Madrid, Mendy shock: “Ho rischiato l’amputazione”

Real Madrid, Mendy shock: “Ho rischiato l’amputazione”

8
VILLAREAL, SPAIN - SEPTEMBER 01: Ferland Mendy of Real Madrid CF looks on during the Liga match between Villarreal CF and Real Madrid CF at Estadio de la Ceramica on September 01, 2019 in Villareal, Spain. (Photo by David Ramos/Getty Images)

Real Madrid, Mendy shock: “Ho rischiato l’amputazione”

Mendy si racconta. E’ tanta l’emozione per Ferland Mendy che si racconta ripercorrendo le tappe più importanti della sua carriera. Partendo da quello che è stato anche il momento più complicato e cruciale della sua vita.

Il calciatore a soli 14 anni è stato costretto su una sedia a rotelle da una terribile artrite all’anca, che ad un certo punto ha portato i medici a parlare dell’opzione peggiore per il giovane ragazzo: l’amputazione dell’arto del francee.

Dopo 7 mesi urissimi di riabilitazione, con grandissima tenacia, il terzino sinistro non solo ha scacciato quella sciagurata ipotesi, ma è perfino tornato a giocare a calcio.

Anzi fin dagli esordi con il Le Havre il difensore ha subito messo in chiaro il suo valore.

Il terzino nato a Meulan-en-Yvelines, nel nord della Francia, ha da subito suscitato l’interesse di tante big, fra cui Lione e PSG.

Mendy ha poi parlato della sua decisione di preferire il Lione al PSG, nel corso di un’intervista concessa a Canal+ France:

“Nel 2017 mi aveva cercato il Psg, ma io avevo già da tempo l’accordo con il Lione, e quando una squadra ti cerca tardi vuol dire che non sei la sua prima scelta”.

Dopo anni di sacrifici ed una tragedia sfiorata da giovanissimo, questa estate i suoi tanti sacrifici sono stati ripagati con la possibilità di giocare nel più prestigioso palcoscenico del mondo: il Santiago Bernabeu.

Il Real Madrid, infatti, ha acquistato il terzino sinistro francese per 48 milioni di euro dal Lione, coronando il sogno di quel ragazzino che a 14 avrebbe potuto finire su una sedia a rotelle:

“La parte più difficile della mia carriera è stata il mio problema all’anca quando ero nelle giovanili del PSG. Il dottore mi ha detto che avrebbe potuto amputarmi. Quando ho firmato con il Real Madrid c’erano mia madre e le mie sorelle con me. Mia madre era molto orgogliosa di me”.