Home Calcio Estero Liverpool, Klopp: “Insigne ride ogni volta che mi vede”

Liverpool, Klopp: “Insigne ride ogni volta che mi vede”

8
LIVERPOOL,

Liverpool, Klopp: “Insigne ride ogni volta che mi vede”

Jurgen Klopp, allenatore del Liverpool, ha parlato nel corso della conferenza stampa di oggi al San Paolo in vista della gara di domani contro il Napoli in Champions League:

“Ieri è stato fatto un allenamento leggero, oggi abbiamo parlato ma poi abbiamo preso l’aereo, ci siamo spostati. Sicuramente conosciamo l’avversario, vedremo domattina le immagini su cosa fare, ma l’anno scorso abbiamo imparato tanto dalla prima alla seconda sfida al Napoli. Dovremo difendere bene, a me piace molto giocare il Napoli e la prepareremo al meglio”.

Klopp ritrova i suoi fantasmi: 2 sconfitte su 2 al San Paolo

Klopp ritrova il Napoli dopo la sconfitta dello scorso anno al San Paolo quando Lorenzo Insigne segnò all’ultimo minuto. I campione d’Europa rischiarono addirittura di essere eliminati dopo il doppio confronto nei gironi. All’andata gli azzurri costrinsero gli inglesi a difendersi senza tirare praticamente in porta. Durante il ritorno la rete di Salah regalò il primato nel girone grazie anche ad uno strepitoso intervento di Alisson su Milik:

“Siamo cresciuti in fase difensiva, nelle gare successive, nel giro di pochi giorni già eravamo migliorati. Poi abbiamo continuato così fino alla fine. Non so cosa accadde qui, ma non ho dubbi sulla qualità dei miei giocatori, ma sono esseri umani e può succedere sempre di tutto. Speriamo di continuare sul livello dell’anno scorso, giocando sempre a calcio e sfruttando le nostre qualità. Vogliamo restare competitivi e migliorarci”.

Peso di vincere? “No, nessun peso, non saprei neanche in cosa consiste, sono passati mesi ma ce lo chiedete in tanti. Non so se le squadre cambieranno modo di giocare. Il Napoli ha mantenuto la rosa intatta, ha aggiunto giocatori, ha avuto una buona stagione anche se non ha vinto il titolo”.

Effetto San Paolo come effetto Anfield? Lo teme? “Sì”.

Insigne? “Sì, ogni volta mi ride in faccia e dopo la gara ancora di più (ride, ndr). Stiamo lavorando su come fermarlo, speriamo un giorno di fermarlo (ride, ndr)”.