Home Calciomercato Calciomercato Roma: Icardi può arrivare ma con la clausola anti-Juve

Calciomercato Roma: Icardi può arrivare ma con la clausola anti-Juve

18
PARMA, ITALY - FEBRUARY 09: Mauro Icardi of FC Internazionale reacts during the Serie A match between Parma Calcio and FC Internazionale at Stadio Ennio Tardini on February 10, 2019 in Parma, Italy. (Photo by Alessandro Sabattini/Getty Images)

Calciomercato Roma: Icardi può arrivare ma Marotta non vuole che Petrachi lo ceda ai bianconeri

Calciomercato Roma: Icardi può arrivare ma con la clausola anti-Juve. Come riportato dal Corriere dello Sport le parti continuano la trattativa per cedere Mauro Icardi.

La Roma ha messo sul piatto il cartellino di Edin Dzeko, valutato 20 milioni di euro, ed è pronta ad un conguagli odi 40 milioni in favore dei nerazzurri.

Il problema ora resta la volontà di Mauro Icardi che vorrebbe giocare nella Juventus, nono solo per questioni di blasone ma anche per non spostarsi troppo dalla “sua” Milano.

Per impedire che ciò accada anche dopo la cessione dell’argentino alla Roma, Marotta avrebbe studiano una speciale clausola anti-Juventus da inserire nell’accordo con i giallorossi. Maurto non potrà esser ceduto alla Juve il prossimo anno.

Intanto la Roma ha cominciato a preparare il terreno per l’arrivo di Maurito con un bond per Icardi.

Ovviamente è una semplificazione ma l’obbligazione che nelle scorse settimane ha prodotto il prestito da 275 milioni rende possibile un’operazione che in altri tempi sarebbe stata al di sopra delle potenzialità finanziarie della Roma oggi possibile.

Emettendo il bond, in stile Juve e Inter per ristrutturare il proprio debito, Pallotta ha rimborsato in anticipo la banca a cui doveva circa 220 milioni e ha accumulato risorse supplementari per far respirare il bilancio, adesso che la Roma è uscita dal regime di controllo dell’Uefa per il rispetto del fair play finanziario. La convenienza non è soltanto nella dilatazione cronologica del debito ma ha riscritto il tasso di interesse del debito.

I circa 55 milioni liquidi incamerati dalla società colmano il buco della società che non parteciperà alla Champions League e di conseguenza dovrà far fronte a un calo dei ricavi del 25- 30% sul bilancio da chiudere il 30 giugno 2020. Non si tratta quindi di una cifra da destinare interamente al pagamento del cartellino di Icardi ma è curioso che questa sia proprio la cifra che i giallorossi intendono offrire all’Inter con il cartellino di Deko.

Così la Roma può spendere una cifra importante con la consapevolezza di poter recuperare l’investimento grazie ai risultati sportivi e alle eventuali plusvalenze.

La Roma dovrebbe offrire a Icardi lo stipendio più alto mai versato ad alcuno nella sua storia e per questo servirà capitale.