Home Calcio Italiano Juventus: addio Allegri, la prova nelle parole di Nedved

Juventus: addio Allegri, la prova nelle parole di Nedved

166

Notizie Juventus: addio Allegri, la prova nelle parole di Nedved

Ultime Juventus: Allegri verso l’addio, lo conferma Nedved? Come riportato da Tuttosport, se non è un annuncio poco chi manca.

Dopo le parole in conferenza stampa pronunciate da Max Allegri “Col presidente ci vediamo in settimana”, arrivano anche i dubbi del vice presidente Nedved. Fin ad oggi mai nessuno della società aveva fatto intendere la possibilità di salutare il tecnico.

Invece Nedved, con un laconico «Chi vivrà, vedrà», ha aprto la crepa. O meglio, l’ha svelata al Mondo.

SYDNEY, AUSTRALIA – AUGUST 08: Juventus Coach Massimiliano Allegri speaks to the media during the Juventus media conference at Sydney Opera House on August 8, 2014 in Sydney, Australia. (Photo by Mark Metcalfe/Getty Images)

La risposta a Sky pochi minuti prima di Roma-Juventus cambia gli scenari. Risposta molto meno banale di quanto sembri, perché per la prima volta uno degli attori principali della vicenda ha esplicitamente ammesso il dubbio sul proseguimento del matrimonio tra Allegri e la Juventus. Alla stessa domanda, neanche 10 giorni fa, Nedved aveva risposto “Certo. Ha un contratto e deve continuare”. E già quel riferimento al contratto fino al 2020, abbinato al verbo “dovere”, poteva suscitare il sospetto di una minore convinzione rispetto a quella con cui Agnelli, subito dopo l’eliminazione dalla Champions, aveva annunciato un nuovo assalto alla coppa con Max in panchina.

Ultime Juve: problema mercato

La verità è che Allegri vorrebbe cambiare molto in organico. Soprattutto a centrocampo l’ex Milan chiede una svolta. Difficile però, visto il mercato pazzo dello scorso anno e le condizioni delle casse bianconere. Su queste basi non sarà facile trovare un punto d’incontro con Agnelli, col quale Allegri dovrà discutere anche del contratto: se resterà il tecnico avrà bisogno di un rinnovo che ne rafforzi la posizione. Intanto in casa bianconera (sfumato Conte) salgono le quotazioni di Deschamps e Sarri, mentre Guardiola resta un sogno.