Home La Vera Ignoranza Inquadrato tra i tifosi, calciatore sospeso per aver visto il Barcellona

Inquadrato tra i tifosi, calciatore sospeso per aver visto il Barcellona

83

Barcellona:  Xemi sospeso per aver visto la partita senza permesso

Non solo la sconfitta, anche la beffa. Dopo la delusione per l’uscita della sua squadra, dalla Champions League per Xemi Fernandez è arrivata anche la sospensione.

Il calciatore era cresciuto nel club catalano: nella fila del Barcellona B, tra il 2016 e il 2017. In seguito lo spagnolo era passato all’Oxford United, altra parentesi non proprio memorabile, per fare ritorno in Spagna nel gennaio 2018, quando l’ha accolto il Lleida Esportiu, squadra dove milita attualmente e con la quale è impegnato nella corsa per i playoff del campionato di Segunda Division B (Gruppo III).

Durante l’ingresso in campo delle squadre, succede l’impossibile. L’ex Barcellona è stato inquadrato dalla tv in tribuna ad Anfield Road. Il club attuale non ha gradito (per così dire) la presenza ad Anfield Road di Xemi Fernandez l’altra sera per la semifinale di ritorno di Champions League, perché questa non è stata minimamente comunicata prima. Il calciatore in gran segreto ha deciso di seguire il Barcellona a Liverpool, contando di nascondere tuttol. Peccato però che a rimonta completata da parte dei Reds, le telecamere abbiano inquadrato i volti distrutti dei tifosi catalani. E, ironia della sorte, Xemi si è beccato un bel primo piano con gli occhi gonfi di lacrime.

LIVERPOOL, ENGLAND – MAY 07: Fabinho of Liverpool celebrates to the crowd after his team mate Divock Origi has scored the first goal during the UEFA Champions League Semi Final second leg match between Liverpool and Barcelona at Anfield on May 07, 2019 in Liverpool, England. (Photo by Clive Brunskill/Getty Images)

Le immagini sul web

Le immagini non sono sfuggite ai dirigenti del Lleida Esportiu, che (scrivono in Spagna) hanno immediatamente sospeso e multato il centrocampista offensivo 24enne per la mancanza di rispetto. Il calciatore, infatti, il giorno dopo non si era presentato all’allenamento.