Home Calciomercato Marotta: “Preso Godin, resta con Spalletti. Icardi? Non do percentuali”

Marotta: “Preso Godin, resta con Spalletti. Icardi? Non do percentuali”

329
MILAN, ITALY - JULY 26: Juventus CEO Giuseppe Marotta attends the Serie A 2018/19 Fixture unveiling on July 26, 2018 in Milan, Italy. (Photo by Emilio Andreoli/Getty Images)

Inter, parla l’ad Marotta: “Preso Godin, resta con Spalletti. Icardi? Non do percentuali”

Beppe Marotta, amministratore delegato dell’Inter, ha parlato questa mattina nel corso di un’intervista concessa a Radio Anch’io Sport:

MILAN, ITALY – JULY 26: Juventus CEO Giuseppe Marotta attends the Serie A 2018/19 Fixture unveiling on July 26, 2018 in Milan, Italy. (Photo by Emilio Andreoli/Getty Images)

“Vogliamo solo migliorare. Vogliamo riorganizzare l’organico partendo da calciatori che abbiano una mentalità vincente. In quest’ottica stiamo trattando intensamente con Godin dell’Atletico Madrid. Ripeto: la famiglia Zhang ha tutte le intenzioni di far bene e tutto ciò nonostante i paletti del fair-play finanziario”.

Marotta sul futuro dell’Inter e sul mercato

Marotta ha poi parlato anche del futuro di Mauro Icardi che dopo il caos invernale ha ritrovato il campo e i compagni di squadra seppur senza fascia di capitano.

“Icardi? Sono difficili da fare percentuali sul futuro, il ragazzo sta acquisendo professionalità ed è un patrimonio per l’Inter. La frattura tra le parti è assolutamente ricomposta, il gesto di ieri con Ivan Perisic è stato molto bello.

Dybala? Dybala è un giocare al momento in involuzione, ma è molto forte: ne apprezzo le qualità tecniche e umane, perché la differenza la fa l’uomo. Gente come Paulo e Fabio Quagliarella sono uomini importanti, ma pure Icardi lo è, deve solo ancora fare esperienza”.

Marotta si è poi espresso anche sul possibile arrivo di Antonio Conte e sulla pozione di Luciano Spalletti. Il tecnico ex Roma sta portando di nuovo l’Inter in Champions ma non ha brillato nel corso di questa annata.

“Futuro Spalletti? Spalletti resta sicuramente, ha ancora due anni di contratto e l’Inter sta viaggiando secondo i suoi obiettivi . Le voci su Conte sono una conseguenza del fatto che è sul mercato, è un profilo di allenatore vincente ed io no ho apprezzato la professionalità alla Juventus. Penso sia normale venga associato a tanti club, ma sottolineo come Spalletti sia a pieno merito l’allenatore dell’Inter”.