Home Calcio Italiano Balotelli ne combina un’altra: 8 giornate di squalifica!

Balotelli ne combina un’altra: 8 giornate di squalifica!

182
VINOVO, ITALY - JUNE 03: Mario Balotelli of Italy speaks with the media during a Italy press conference at Juventus Center Vinovo on June 3, 2018 in Vinovo, Italy. (Photo by Claudio Villa/Getty Images)

Balotelli ne combina un’altra: stagione finita?

Mario Balotelli combina un altro guaio anche a Marsiglia. Ci risiamo.

Dopo una bella seconda parte di stagione con la maglia dell’OM, nella quale SuperMario ha segnato 7 reti, ora il suo campionato potrebbe già volgere al termine.

Dopo la doppietta contro l’Angers, l’attaccante italiano è partito dalla panchina col Bordeaux e nei 20 minuti giocati è diventato protagonista in negativo. Balotelli infatti, senza farsi vedere dall’arbitro, ha colpito con una gomitata il difensore brasiliano Pablo.

Il centrale si è poi fatto giustizia da solo ed è stato espulso. La prova tv tuttavia potrebbe incastrarlo.

Secondo la stampa francese, infatti, l’attaccante ex Milan rischierebbe una squalifica tra le 5 e 8 giornate. Una punizione molto severa che verrà emessa oggi dalla Commissione Disciplinare della Ligue 1. Il calciatore ha rotto il naso all’avversario.

Una sanzione del genere può compromettere il resto della stagione col Marsiglia (che si sta giocando un posto in Europa), ma anche un possibile ritorno in Nazionale. Il ct Mancini infatti, nonostante le ultime scelte, aveva lasciato aperta la porta all’attaccante andando a vedere da vicino le sue prestazioni al Velodrome di Marsiglia. La sua esperienza in azzurro potrebbe essere chiusa a giudicare anche dalle recenti dichiarazioni:

“Leggere i commenti della gente e vedere quante persone mi odiano in Italia fa davvero piacere. Be quando andranno meglio le cose speriamo che continuino a odiarmi e non sopportarmi giusto per essere coerenti. Di sicuro un motivo vero e valido c’era del perchè non volevo tornare in Serie A e penso che sia chiaro ora“, si è sfogato l’ex attaccante di Inter, Manchester City, Milan e Liverpool.

Mario aveva poi criticato le parole di Bonucci dopo Cagliari difendendo Kean. Uno sfogo giusto ma che potrebbe aver compromesso anche i rapporti con uno dei senatori del gruppo.