Home Calcio Estero Premier, insulti e minacce di morte: l’attaccante si ribella

Premier, insulti e minacce di morte: l’attaccante si ribella

215
LONDON, ENGLAND - OCTOBER 28: Wilfried Zaha of Crystal Palace has his shot blocked by Stephan Lichtsteiner of Arsenal during the Premier League match between Crystal Palace and Arsenal FC at Selhurst Park on October 28, 2018 in London, United Kingdom. (Photo by Mike Hewitt/Getty Images)

Premier, insulti e minacce di morte: Zaha non ci sta

Ancora un caso di razzismo nel mondo del calcio. Questa volta è toccato all’ivoriano Wilfried Zaha, attaccante del Crystal Palace.

Il calciatore è stato ricoperto di insulti e di minacce di morte alla sua famiglia. Il tutto per un calcio di rigore.

Nonostante sia comprensibile che un tifoso si arrabbi pesantemente per un calcio di rigore assegnato ai danni della propria squadra, questa volta si è andati molto oltre.

Zaha, ecco l’episodio

LONDON, ENGLAND – OCTOBER 28: Wilfried Zaha of Crystal Palace has his shot blocked by Stephan Lichtsteiner of Arsenal during the Premier League match between Crystal Palace and Arsenal FC at Selhurst Park on October 28, 2018 in London, United Kingdom. (Photo by Mike Hewitt/Getty Images)

L’episodio è accaduto durante la gara tra Arsenal e Palace. Il centrocampista svizzero dell’Arsenal Granit Xahka, infatti, ha atterrato Zaha in area di rigore. Per questa ragione il direttore di gara ha concesso il calcio di rigore in favore del Cristal Palace.

Il 2-2 finale, figlio della realizzazione dagli undici metri, ha interrotto la striscia di prestazioni abbastanza positive dei Gunners.

A fine partita, anche lo svizzero Xhaka ha amesso candidamente di aver toccato l’ivoriano: “È un rigore solare. L’ho preso in pieno sul ginocchio e l’arbitro ha dato il rigore. Questo è il calcio”.

Nonostante questo i tifosi dell’Arsenal non l’hanno presa bene ed hanno cominciato ad insultare il povero attaccante.

Zaha è stato ricoperto di insulti razzisti sia dalle tribune che sui social. Alcuni tifosi, inoltre, sono arrivati addirittura ad augurare la morte alla sua famiglia.

L’ivoriano non l’ha presa benissimo e la sia vendetta è arrivata su Instagram.

Per tutte le persone che sono andate troppo oltre con il razzismo e che hanno augurato la morte alla mia famiglia: auguro anch’io il meglio alle vostre famiglie. P.s. La mia vita è comunque molto bella nonostante il vostro odio”.