Home La Vera Ignoranza Iaquinta non perde il tocco: dodici anni dopo il Mondiale 2006, cosa...

Iaquinta non perde il tocco: dodici anni dopo il Mondiale 2006, cosa fa oggi

515
Italy's striker Vincenzo Iaquinta (2ndL) celebrates with teammates after scoring a penalty shot during the Group F first round 2010 World Cup football match Italy vs. New Zealand on June 20, 2010 at Mbombela Stadium in Nelspruit. NO PUSH TO MOBILE / MOBILE USE SOLELY WITHIN EDITORIAL ARTICLE - AFP PHOTO / CHRISTOPHE SIMON (Photo credit should read CHRISTOPHE SIMON/AFP/Getty Images)

Il Mondiale di Russia 2018 entra nel vivo con la fase ad eliminazione a diretta. Domani si farà sul serio: l’eliminazione della Germania ha fatto esultare tutti gli italiani. Un’eliminazione che ci riporta alla mente i giorni gloriosi della Coppa del Mondo del 2006. I nostri azzurri lì fecero l’impresa, partendo da sfavoriti e conquistando il tetto del mondo. Il cielo era azzurro sopra Berlino quella notte, il rigore di Fabio Grosso ci fa scendere ancora la lacrimuccia. Una squadra di campioni, compreso Simone Barone che aspetta ancora il passaggio di Inzaghi… Gli attaccanti dell’Italia avrebbero fatto paura a qualsiasi difesa: oltre al già ricordato Inzaghi, c’erano Toni, Totti, Del Piero, Iaquinta… Profili che hanno fatto la storia della Serie A e non solo. Quante gioie ci hanno regalato, una cavalcata rimasta nel cuore e negli almanacchi.

Cosa fanno oggi i campioni del mondo?

Il capitano Fabio Cannavaro è diventato un allenatore in Cina, Totti ha seguito il corso per il patentino B a Coverciano. Pirlo, Amelia, Toni e l’oriundo Camoranesi studiano nel centro tecnico federale per sedere in panchina in un prossimo futuro. Cosa fa invece Vincenzo Iaquinta? Il bomber ex Udinese e Juventus si riposa e si gode le vacanze in spiaggia. Il tocco che lo ha consacrato come uno delle migliori punte italiane non è andato perduto, i suoi palleggi conquistano Instagram. Un Campione del Mondo è per sempre.