Home La Vera Ignoranza Champions, Juve-Tottenham: Llorente è pronto a prendere botte da Chiellini

Champions, Juve-Tottenham: Llorente è pronto a prendere botte da Chiellini

686
LONDON, ENGLAND - FEBRUARY 07: Fernando Llorente of Tottenham Hotspur warms up prior to The Emirates FA Cup Fourth Round Replay match between Tottenham Hotspur and Newport County at Wembley Stadium on February 7, 2018 in London, England. (Photo by Justin Setterfield/Getty Images)

La Champions League è tornata. La Fiorentina è ormai un capitolo chiuso in bellezza. Adesso, la Juventus pensa al ritorno della competizione europea: gli ottavi di finale contro il Tottenham, infatti, sono ormai alle porte. Si giocherà a Torino il match d’andata e sarà una serata molto interessante dal punto di vista calcistico. Llorente sarà sicuramente uno dei protagonisti del match. E’un ex bianconero che non si è certo scordato del suo passato alla Juve e che parla molto bene della sua esperienza in Italia. L’attaccante spagnolo in un’intervista al quotidiano Tuttosport ha rilasciato alcune dichiarazioni:

Il ritorno a Torino

“Sarà una sensazione bellissima. Ho vissuto momenti indimenticabili, vinto cinque titoli, raggiunta una finale di Champions. Sui social i tifosi mi dimostrano tuttora grande affetto. Mi fanno sentire importante come se fossi stato lì non 2 anni ma 10. Ho parlato di Juventus-Tottenham con Marchisio e Lichtsteiner e pure con Giorgione (Chiellini). Sarà dura, mi aspetto due partite toste. Noi ci crediamo. Botte con Chiellini? Sono pronto e… abituato: mi sono allenato due anni con lui (risata). Giorgio gioca come si allena, è super professionale. Pazzesco. Vorrei averne undici di Chiellini in squadra. La difesa della Juventus è fantastica, per un attaccante segnare contro di loro ha il sapore dell’impresa”.
“La scorsa estate ci siamo rivisti in un hotel in Sardegna. Abbiamo riso tanto. È un allenatore divertente a cui piace scherzare con i giocatori. Abbiamo sempre avuto un ottimo rapporto. La Juve è difficile da lasciare. Io sono uscito da Vinovo piangendo, con i lacrimoni. Ed è vero quello che ho sentito dire da Trezeguet: solo quando lasci la Juventus capisci davvero quello che avevi. A me manca tanto, ci tornerei sempre. È speciale perché, pur essendo un club enorme, all’interno è una famiglia. L’immagine della Juve è bella anche qua e io la innalzo ulteriormente: faccio una gran pubblicità…”