Home Calcio Italiano Ci sono un argentino, un turco e un italiano: non una barzelletta,...

Ci sono un argentino, un turco e un italiano: non una barzelletta, ma Tottenham-Roma

835
Strootman segna

Continuano gli appuntamenti con l’International Champions Cup, la tipica tournée giocata in stadi esotici per fare soldi. Stati Uniti, Cina e Singapore i paesi ospitanti: stati dove fino a qualche anno fa il calcio aveva meno seguito del cricket… Questa notte è andato in scena Tottenham-Roma, match terminato con la vittoria giallorossa durante gli istanti finali.

Il resoconto

Gli uomini di Di Francesco hanno trionfato per 2-3, ma la difesa ha lasciato un po’ a desiderare in certi momenti. Roma-Tottenham ha visto, neanche a dirlo, i giallorossi in vantaggio grazie ad un calcio di rigore. Diego Perotti non poteva sbagliare, in campionato ne ha tirati così tanti che ormai segna anche ad occhi chiusi.

La seconda rete ha sorpreso un po’ tutti. Il goal della Roma è stato siglato infatti dal centrocampista ventenne turco Cengiz Ünder. Nel caso non lo conosciate state tranquilli, è la prima volta che lo sentiamo nominare. Il Tottenham poi ne fa due, ma al 92′ (un minuto dopo il pareggio inglese) esce fuori il salvatore della patria. Marco Tumminello, gemello diverso di Donnarumma, ha regalato la vittoria ai tifosi capitolini: probabile che la percentuale di infarti a Roma sia aumentata dal 300% in quei secondi.

La classica barzelletta

Insomma, ci sono un argentino, un turco e un italiano. Sembra l’apertura di una classica barzelletta, ma è soltanto Tottenham-Roma. Squadra in crescita, ma nonostante le tante cessioni è rimasto il vero top player giallorosso: il calcio di rigore che aiuta ad indirizzare la partita. Aspettiamo il clan di Dzeko sotto casa con le spranghe e il rame rubato, noi però chiederemo a Manolas di unirsi al nostro fronte durante la rissa. Grecia contro Bosnia, via al secondo tempo. Il primo finì in pareggio, vi rinfreschiamo la memoria.

Dzeko e Manolas

E poi c’è questo fallo assurdo, un’entrata durissima di Kane su Manolas: